menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Don Michel Kotoko

Don Michel Kotoko

Don Michele riceverà il Premio della bontà di Olginate

Collaboratore del parroco e missionario, il sacerdote promuove la costruzione di scuole e pozzi d'acqua in Benin. A lui andrà il riconoscimento in memoria di Massimiliano Valsecchi

Olginate premia il missionario don Michele Kotoko per il suo impegno sia nelle parrocchie nel territorio, sia in terra africana a favore dei più bisognosi. Domenica 24 novembre alle ore 16.30 presso la sala consiliare del municipio ci sarà infatti l'assegnazione del premio alla memoria di Massimiliano Valsecchi, e a riceverlo sarà il religioso nato in Benin.

Ricca programmazione al Jolly di Olginate, in arrivo anche il film con Albanese

Sacerdote dal 2005, don Michele da alcuni anni si impegna ad offrire a più di 100 ragazzi orfani e bisognosi una casa di accoglienza, una scuola e un centro di arti e mestieri per dare loro opportunità di lavoro e autonomia in Benin.

Nella Valsecchi: «Vogliamo omaggiare il merito e chi aiuta i bisognosi»

«Nel suo progetto di aiuto vi è la necessità urgente di realizzare dei pozzi per ovviare alla mancanza di acqua, indispensabile fonte di vita - commenta Nella Valsecchi, mamma di Massimiliano, illustrando le motivazioni che hanno portato alla scelta di don Kotoko per il premio 2019 -  In questi anni don Michele ha inoltre affiancato come aiutante don Matteo Gignoli, responsabile delle Parrocchie di Olginate, Garlate e Pescate. Per questo impegno riteniamo questo sacerdote e missionario, le cui attività sono svolte a favore della propria terra di origine, meritevole di un particolare riconoscimento». 

La scelta è stata presa dalla stessa Nella Valsecchi in accordo con il sindaco di Olginate Marco Passoni. «L'anno scorso avevamo premiato la missionaria Rita Milesi e l'anno prima il Gruppo Aiuto Mesotelioma - aggiunge Nella Valsecchi - Il Premio della bontà è giunto ora alla sua 37esima edizione e nell'ultimo periodo abbiamo voluto guardare anche oltre i confini strettamente locali, decidendo sempre in base al merito. Un modo per rendere pubblico l'impegno di tante persone o gruppi che aiutano i più bisognosi».

Tutta la cittadinanza è dunque invitata alla cerimonia di premiazione in programma domenica 24 novembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento