rotate-mobile
Notizie Olginate

Bambini e volontari del piedibus disegnano il totem della pace

Successo per l'iniziativa alla scuola "Rodari" di Olginate. Poi la camminata fino a Villa Sirtori per dare il via all'evento degli Artisti di strada

Inaugurato a Olginate il totem della "Rodari", frutto della riqualificazione della centrale termica della scuola di via Campagnola. Il progetto era nato due anni fa, in occasione del centenario della nascita del celebre scrittore. Poi l'impossibilità di un'iniziativa pubblica a causa del covid. E ora, finalmente, un bell'evento all'insegna della ripartenza e di un sentito messaggio di pace, che ha coinvolto i bambini della primaria, i genitori e i volontari del piedibus.

Un altro bel segnale di ripartenza: a Olginate torna il piedibus by night

"Proposto e realizzato dal Piedibus con la scuola, il totem è stato ripreso quest’anno, con un taglio naturalmente diverso, frutto degli eventi attuali - racconta Silvia Cazzaniga, portavoce dei volontari - 'Dopo la pioggia', un inno alla pace e alla fratellanza, è la poesia di Rodari scelta per il grande murales dove, oltre all’arcobaleno simbolo di pace e alla frase che conclude il testo, si può ammirare un coloratissimo prato, in cui ogni fiore è stato realizzato da un bambino della scuola, a rappresentare il desiderio di pace e la volontà di coltivarla".

Piedibus Scintilla-2

Ogni fiore, ogni bambino, un piccolo capolavoro, unico e speciale, da tutelare e proteggere. "E poi un grande mosaico con il cognome dello scrittore, dove l’intenzione era quella di ricreare un font simile a quello che spesso usano i piccoli alunni a scuola, morbido e, come dicono loro... cicciottello e pastelloso".

L'opera è stata il frutto di un bel lavoro di squadra che ha coinvolto il Comune di Olginate, il team del Piedibus, l'associazione Scuolaboriamo, la scuola stessa e la Pro loco, per arrivare a nonni e genitori che si sono messi a disposizione per pitturare, colorare e piastrellare".

Piedibus gruppone bimbi-2

"Un grazie speciale va a Marina Calegari, Amleto Cornara, Filippo Elia, Marta Stamerra, Edgar Alvarez di Edil Granda - aggiungono i promotori dell'iniziativa - E non è finita…perché già stanno nascendo le idee per completare l’altro lato della nostra caldaia. Quindi è un arriverderci, come direbbe la nostra Capomaestra Franca, alla prossima…festa della caldaia!"

Piedibus disegno-2

Venerdì, dopo l’inaugurazione, un festoso corteo di bambini e genitori ha poi raggiunto Villa Sirtori sul lungolago dove la festa è proseguita con le premiazioni degli accompagnatori e bambini del Piedibus, il saluto a Franca Ballio, insegnante e referente di plesso, ma soprattutto accompagnatrice del piedibus da 15 anni giunta al traguardo della pensione.  E infine lo spettacolo che ha dato inizio alla manifestazione degli Artisti di Strada che anche ieri sera ha conquistato un numeroso pubblico nel cuore del paese.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini e volontari del piedibus disegnano il totem della pace

LeccoToday è in caricamento