rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Notizie Olginate / Via Sant'Agnese

Comicità e paradossi, Gene Gnocchi conquista Olginate

In tanti allo spettacolo di ieri sera al cinema teatro Jolly che apre così la propria stagione dei big. L'artista: "Felice di essere qui, ma non era Calolzio?"

"Cosa faranno i virologi quando sarà finita la pandemia? Vedremo Crisanti a Ballando con le stelle?". "Ma è vero che questo spettacolo l'ha pagato il comune di Calolzio?". "Stamattina ho rotto il rasoio e mi sono rimasti per sbaglio questi baffetti, ma quando sono uscito di casa vista l'aria che tira ho trovato molti apprezzamenti". "La donna cannone ha avuto qualche problema di recente, l'hanno sparata da un circo in zona bianca ed è atterrata per sbaglio in una rossa, ai controlli non ha saputo che dire". "Oggi sono in lutto, il mio amico Rocco Siffredi ha avuto un infortunio sul set con il ciak".

L'intervista a Gene Gnocchi in arrivo a Olginate

Sono solo alcune delle battute che hanno strappato risate - e qualche spunto di riflessione - al numeroso pubblico che ieri sera, venerdì 19 novembre, ha applaudito Gene Gnocchi al cineteatro Jolly di Olginate. Una serata con oltre 300 spetttatori definita un successo dallo staff di volontari guidato da Mattia Morandi, che ha donato all'artista un omaggio di prodotti locali dell'agriturismo Il Ronco di Garlate (nelle foto).

Gene omaggio-2

La serata è stata resa possibile grazie anche al sostegno degli sponsor, a partire dalla AAG Stucchi. Gene, che nel finale si è intrattenuto per qualche foto, ha portato in scena il suo show "Se non ci pensa Dio ci penso io" per la regia di Marco Caronna: uno spettacolo in cui la stralunata comicità che caratterizza da sempre Eugenio Ghiozzi (in arte Gene Gnocchi), si mescola con riflessioni a volte sarcastiche, a volte amare. Sul palco un vecchio ufficio. Dentro, un capufficio, Gnocchi, e un elettricista, un tecnico radio che da anni suona la chitarra. Più volte rimbalzano le onde di Radio Maria, e Gene coglie così l'occasione per chiedere a Dio il perchè di alcuni paradossi che si ripetono tra gli uomini, problemi che attanagliano il mondo surreale di Gene e che restano insoluti. Alla chitarra Diego Cassani. Uno show apprezzato dal pubblico che ha più volte accompagnato l'artista a suon di applausi.

Gene palco-2

Da Brunetta a Rocco Siffredi, da Fiordaliso ai cantanti spagnoli, sono alcuni dei personaggi celebri entrati simpaticamente nel mirino della satira di Gene. Impossibile poi trattenere le risate di fronte agli stralunati personaggi usciti dalla fantasia di Gnocchi: l’inventore del gelato gusto puffo che, “come tutti sanno” si è portato nella tomba il suo segreto. O l’improbabile donna cannone che, in tempo di pandemia, si ritrova sparata da una zona bianca a una rossa, con le rovinose conseguenze di cui si diceva. Molti i riferimenti, in chiave ironica, proprio a questi difficili tempi di pandemia, tra virologi che - finito il Covid - “avranno bisogno di un aiuto psicologico”. O ladri che, sorpresi a rubare in casa, vanno lasciati svolgere il proprio lavoro, perché “regolarmente in possesso di green pass”. 

Pubblico sala-4

Un ritorno in scena "post lockdown”, quindi, questo “Se non ci pensa Dio ci penso io” totalmente calato nei tempi. E nello spazio. Gene, infatti, per questo debutto olginatese, ha più volte ironizzato sulla rivalità tra il comune ospitante e la vicina Calolziocorte, paragonata a quella che da lui, a Fidenza, si viveva con i vicini di Salsomaggiore.

Gene con il sindaco Passoni-2

Il protagonista della serata si è fermato nel finale dietro le quinte per scattare qualche foto e firmare autografi, dicendosi contento dell'accoglienza e dell'esperienza olginatese, momento di ripartenza per il suo show dopo le restrizioni legate al covid: "Grazie a tutti, sono felice di essere stato qui. Per me è come un debutto".

Gene Stefania Erica-2

Ora lo staff del cinema teatro di Olginate continua con la propria programmazione di cinema, musica e appunto teatro, con altri big. In programma (clicca qui per vedere il sito del Jolly) ci sono anche gli show di Enrico Bertolino, che viaggia già verso il tutto esaurito, di Giacomo Poretti, di Solenghi e Lopez, e di Enzo Iacchetti.

"Siamo molto soddisfatti di come è andata la serata - ha commentato all'uscita Mattia Morandi a nome del team di volontari - Gene è stato davvero simpatico e disponibile, ringraziamo sia lui sia il pubblico che è venuto numeroso. Ora ci attendono nuovi appuntamenti importanti, per noi questa programmazione rappresenta un impegno signficativo, ripartire dopo il covid e in un momento ancora delicato non è semplice. Ma ci siamo e il risultato di questa e altre serate d'esordio è davvero incoraggiante. Vi aspettiamo ai prossimi eventi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comicità e paradossi, Gene Gnocchi conquista Olginate

LeccoToday è in caricamento