rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Doppio punto / Caleotto / Via Giovanni Amendola

Piccola ripulita, il plauso e la domanda: “Bene, ma ora?”

Gli esercenti spingono per il mercato in centro, una soluzione sperimentata spesso durante l'ultima estate con soddisfazione

L'operazione anti degrado compiuta durante la mattinata di giovedì 1 settembre ha raccolto approvazione da varie parti. Anche Andrea Secchi di Cantiere Lecco ha plaudito all'intervento: “Nella metà di luglio, dopo diverse visite all’area della Piccola e incontri con gli ambulanti esasperati dalla situazione, siamo intervenuti chiedendo alle istituzioni di fare quanto promesso e di utilizzare l’allora annunciato fondo da 1 milione di euro per affrontare il disagio allo scopo di arginare e risolvere la situazione - premette Secchi -. In generale, e in particolar modo durante una campagna elettorale, non siamo assolutamente interessati a strumentalizzare situazioni con allarmismo o buonismo, quindi siamo felici di apprendere dai media locali che è stata effettuata un’operazione di sgombero e di pulizia dell’area”.

Secchi pone anche un'interrogativo: “Bene spostare, ma ci chiediamo quali soluzioni siano state prese per le persone che vivevano accampate. Dove sono state portate? È importante non trasferire i problemi da un’area all’altra ma intervenire attivamente e senza speculazioni sul disagio di queste persone”.

Andrea Secchi-4

Gli esercenti chiedono il mercato in centro

Un "urlo" anche per Valter Vanoli, presidente di Anva Confesercenti Lecco: “Finalmente! Dopo anni di segnalazioni e avvertimenti siamo lieti di vedere un’azione concreta volta al ripristino della normalità e della sicurezza in un’area pericolante e abbandonata della città, proprio adiacente alla nostra area mercato. Vogliamo rivolgere il nostro sentito ringraziamento all’amministrazione e alle forze dell’ordine presenti per il duro lavoro di sgombero svolto e speriamo che la situazione possa gradualmente tornare serena, civile e decorosa”.

Vanoli ambulanti Lecco-2

“La nostra associazione aveva denunciato la situazione di degrado più volte negli ultimi anni e avevamo anche prodotto report fotografici che palesavano come fosse impossibile far convivere una realtà imprenditoriale importante come il mercato, fatta di micro imprese famigliari, con le gravi problematiche di dequalificazione urbanistica, di scarsa igiene e purtroppo ultimamente anche di pericolosità sociale e di convivenza. Ora speriamo che i lavori di riqualificazione dell’intera area della Piccola possano trovare un nuovo slancio e tempistiche certe, siamo certi che ne beneficerebbero tutti”, ricorda Vanoli.

“Mi permetto di rilanciare, a nome dell'associazone, una proposta che negli ultimi mesi abbiamo inoltrato con forza all’amministrazione: portare il mercato del mercoledì in centro stabilmente, almeno fino a quando non saranno finiti i lavori di riqualificazione e i cantieri delle stecche. A nostro avviso le sperimentazioni del mercato del sabato in centro una volta al mese, meritoriamente proposti da questa amministrazione e condivisi convintamente dalla nostra associazione, hanno funzionato portando benefici a tutti: cittadini, negozianti in sede fissa e operatori su area pubblica. Non chiediamo la luna: chiediamo solo di abitare il centro cittadino, almeno finché l’area della Piccola non sarà definitivamente riqualificata e attrezzata per ospitare il Mercato di Lecco”, conclude speranzoso il presidente.

mercato centro lecco 12 marzo 20223-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccola ripulita, il plauso e la domanda: “Bene, ma ora?”

LeccoToday è in caricamento