Giovedì, 28 Ottobre 2021
Notizie Via Buozzi Bruno, 38

La Pallanuoto Lecco dice no alla partite a porte chiuse: «La salute viene prima di tutto»

La decisione del club sabato, prima dell'iniziativa del governo sulla "zona rossa" in Lombardia: «Gli incontri possono essere rinviati, la tutela dei nostri tesserati invece no»

Partite a porte chiuse? No, la sicurezza degli atleti viene prima di tutto. La Pallanuoto Lecco ha deciso di non presentarsi, oggi, domenica 8 marzo, alle partite del campionato Fin che sarebbero in programma senza pubblico. La società bluceleste, vista l'emergenza Coronavirus e prima ancora di sapere del Decreto del presidente del Consiglio dei ministri che vieterà di uscire dalla Lombardia, diventata zona rossa, aveva deciso sabato di non giocare, emettendo un comunicato ufficiale.

Tutta la Lombardia diventerà "zona rossa": non si potrà né entrare né uscire

«Per la prima volta ci troviamo di fronte a una emergenza sanitaria che nessuno di noi poteva aspettarsi e per la quale le stesse autorità faticano a trovare le giuste contromisure - recita il testo - I decreti ministeriali emessi nei giorni scorsi impongono a tutti i cittadini una serie di misure restrittive proprio per cercare di contenere la diffusione del virus. Alla luce di tutte le disposizione e della grave emergenza in continua espansione che si sta verificando nella nostra regione, i centri sportivi e le piscine rimarranno chiusi per diverse settimane e i grandi eventi sportivi nazionali e internazionale sono stati sospesi o/e rimandati.

Premesso tutto questo, in data 5 marzo 2020 abbiamo richiesto ufficialmente al Comitato Fin Lombardia il rinvio della partita, ma in data 6 marzo 2020 abbiamo ricevuto conferma che la stessa si sarebbe comunque disputata, ovviamente a porte chiuse. 
Alla luce di quanto sopra e in attesa di maggiori chiarimenti dalle autorità sanitarie per la gestione in sicurezza delle attività sportive, per salvaguardare la salute dei nostri atleti, delle loro famiglie, dei nostri tecnici e dei nostri dirigenti, abbiamo deciso che non ci presenteremo a disputare la partita di domenica 8 marzo 2020. Le partite possono essere rinviate, la tutela dei nostri tesserati invece no».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pallanuoto Lecco dice no alla partite a porte chiuse: «La salute viene prima di tutto»

LeccoToday è in caricamento