rotate-mobile
Notizie Centro storico / Via Francesco Nullo, 2

Le stelle lecchesi dello skyrunning raccontano le loro corse verso il cielo

Serata speciale oragnizzata dal Panathlon Lecco: grandi protagonisti Danilo Brambilla, Lorenzo Beltrami, Luca Del Pero e Andrea Rota. Festeggiato l'ingresso nel sodalizio di Gianluigi Spreafico

Loo skyrunning protagonista nell'ultima serata del Panathlon. Il fascino della corsa in montagna ha caratterizzato il primo incontro autunnale del sodalizio presieduto da Andrea Mauri, che ha avuto come teatro la sede sociale della Canottieri Lecco. Sotto i riflettori quattro fortissimi skyrunner lecchesi già ai vertici nelle varie discipline: dall'esperto lecchese Danilo Brambilla (31 anni, cresciuto a Ronco Briantino) al mandellese Lorenzo Beltrami (27 anni), e ancora Luca Del Pero (25 anni di Renate) e Andrea Rota di Galbiate (22 anni).

Ognuno di loro si è raccontato rispondendo alle domande del panathleta Marco Corti in cabina di regia, e di Antonella Crucifero grande esperta della disciplina nonché artefice della serata. Ne sono usciti racconti interessanti e simpatici aneddoti che hanno coinvolto anche i presenti con numerose domande.

Quattro palmarès di tutto rispetto

Per esempio Beltrami ha raccontato della straordinaria vittoria nel finale dell'ultima Resegup, lui cresciuto all'ombra della Grigna vogando con il grande allenatore e leggenda del canottaggio Giuseppe Moioli. Ma anche le emozioni di Del Pero, salito sul gradino più alto del Mondiale Vertical 2022 (è tra l'altro già qualificato per il Mondiale Golden Trail). Come pure la spontaneità nei racconti del giovanissimo Rota già in rampa di lancio a livello nazionale e folgorato dalla corsa in montagna. Brambilla, il più esperto, con ottimi risultai in curriculum, ha avuto il compito di dare anche un "volto" a questa disciplina talvolta troppo spezzettata a livello di organismi federali. Quattro storie tanto diverse quanto appassionanti, accomunate però da una sola passione: la corsa in montagna, la corsa "verso il cielo". 

Un autunno ricco di impegni

La serata Panathlon Lecco era iniziata con una breve relazione del presidente Andrea Mauri che aveva rammentato gli impegni recenti del Panathlon, come la collaborazione per la "Salita in libertà" ai Piani Resinelli pedalando, e la deposizione di una targa allo stadio di Lecco Rigamonti-Ceppi nell'ambito delle iniziative per i suoi 100 anni, proposte dal Comune di Lecco. Il Panathlon Lecco sarà presente anche alla "Pattinata al Buio" di Paderno d'Adda e al 48° Campionato Invernale Interlaghi di vela a Lecco.

La conviviale ha visto anche l'ingresso di nuovo socio, il lecchese Gianluigi Spreafico (foto sotto), autentico sportivo con un passato non troppo lontano in ciclismo, motocross e mountain-bike. Il Club di Lecco ha così ampiamente superato i quaranta soci attivi, a dimostrazione del clima d'amicizia presente e della capacità di condividere i valori dello sport.

Panathlon Club Lecco skyrunning (2)-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le stelle lecchesi dello skyrunning raccontano le loro corse verso il cielo

LeccoToday è in caricamento