menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La panchina con il telo rosso posizionata in centro città dal gruppo civico "Cambia Calolzio".

La panchina con il telo rosso posizionata in centro città dal gruppo civico "Cambia Calolzio".

Panchine rosse contro la violenza sulle donne nella ricorrenza dell'8 marzo

L'iniziativa simbolica per i diritti è stata promossa a Calolzio in centro città e a lato della Lecco-Bergamo

Una panchina rossa a Calolziocorte per dire no alla violenza contro le donne. L’iniziativa è stata attuata oggi, 8 Marzo, dal gruppo civico “Cambia Calolzio” in piazza Vittorio Veneto, davanti al municipio, e in corso Dante, area verde Ruegg a lato della Lecco-Bergamo.

Al Lavello Festa della donna con le poesie di Pablo Neruda

«In una comunità aperta, solidale, non violenta, nessuna donna deve avere meno diritti - commentano i portavoce del gruppo rappresentato in Consiglio comunale da Diego Colosimo e Daniele Vanoli - Non c’è dubbio che l’iniziativa delle panchine coperte dal telo rosso sia inadeguata ad arginare la violenza sulle donne e a rivendicare la parità di genere. Ma si tratta comunque di un'importante iniziativa simbolica. Rispetto all’impegno che si dovrebbe mettere in campo tutti i giorni dell’anno, non è molto, ma in questi tempi di odiosa cattiveria l’abbiamo promossa per un rispettoso richiamo contro la violenza sulle donne e per l’uguaglianza di genere. La politica, anche quella comunale, ha il dovere di lavorare per concretizzare l’articolo 3 della nostra Costituzione che recita: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali di fronte alla legge, senza distinzione di sesso, razza, lingua, opinioni politiche, condizioni personali o sociali”».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento