rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Faccia a faccia / Brianza

I panificatori lavorano “in perdita”, la politica guarda a Roma e Strasburgo

Incontro tra i consiglieri leghisti Piazza e Corbetta, pronti a portare avanti la questione che tocca direttamente il settore

Il caro energia non guarda in faccia nessuno. Tantomeno i panificatori, che poche settimane fa hanno lanciato l'ennesimo grido d'allarme da Lecco in quanto attività energivora. Nel corso della giornata di venerdì 4 novembre i rappresentanti della categoria hanno incontrato i consiglieri regionali della Lega Alessandro Corbetta e Mauro Piazza in un esercizio commerciale di Viganò, comune della Brianza lecchese a cavallo con i territori di Como e Monza Brianza.

“I panificatori presenti - hanno spiegato i due consiglieri regionali al termine del faccia a faccia - hanno voluto spiegare e raccontare le difficoltà che tutto il settore sta vivendo nella nostra regione. La situazione è davvero paradossale: i clienti non mancano ma si lavora sostanzialmente in perdita a causa dell’esponenziale aumento delle materie prime e dei costi legati all’energia. Ritoccare troppo al rialzo il prezzo del pane risulta impossibile in quanto diventerebbe "fuori mercato" rispetto alla concorrenza della grande distribuzione”.

I panificatori sono infuriati: “Bollette impossibili, rincari fino al 600%”

“In campo misure concrete”

“Regione Lombardia - hanno quindi specificato Corbetta e Piazza - sta mettendo in campo rilevanti stanziamenti e una serie di misure concrete per aiutare le imprese ad efficientarsi dal punto di vista energetico ma è chiaro che la questione del "caro bollette" vada affrontata principalmente a livello nazionale e in sede europea. La volontà è quella di fare tutto il possibile per venire incontro a queste realtà che rappresentano la tradizione, l’identità dei nostri territori, che tengono in vita i nostri centri storici, che trasmettono il sapere artigiano di generazione in generazione. L’intento è quello di organizzare in brevissimo tempo un incontro con l’assessore regionale Guido Guidesi per raccogliere queste istanze e trasmetterle anche a livelli istituzionali superiori: si tratta di una questione di vitale importanza che necessita di interventi urgenti e mirati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I panificatori lavorano “in perdita”, la politica guarda a Roma e Strasburgo

LeccoToday è in caricamento