rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Giro di vite / Valmadrerese e Riviera Ovest / Via San Carlo Borromeo

Strade prese d'assalto per parcheggiare: torna la zona rossa tra San Tomaso e Preguda

Anche durante l'ultimo fine settimana si è registrato un grande afflusso di automobilisti a ridosso delle due località di montagna

Torna la zona rossa a Valmadrera. Dopo la sperimentazione messa in atto nel 2021, con l'arrivo della primavera le zone che si trovano appena sotto la cinta montana sono state prese d'assalto dagli escursionisti arrivati da fuori città. Belvedere, e non solo, sono tra le zone preferite per lasciare l'automobile e avviare le brevi escursionisti che portano verso San Tomaso o Preguda, oppure quelle più lunghe che conducono verso le vette.

Zona rossa a Valmadrera: dove non si può parcheggiare

Come riportato nell'ordinanza firmata da Cristian Francese, comandante della Polizia Locale, lo scorso anno, nei giorni di sabato, domenica e festivi da sabato 22 marzo fino al prossimo 30 giugno e dal 15 settembre fino al 15 ottobre sarà in vigore il divieto al transito veicolare in via San Carlo Borromeo e in via Del Donatore. Per quanto riguarda via Borromeo, questa sarà inaccessibile, parcheggi regolari compresi, dall'intersezione con via Campogrande, mentre via del Donatore sarà chiusa al traffico dal civico numero 26 in avanti; ovviamente sono esclusi i veicoli in uso ai soggetti indicati nelle premesse dell'ordinanza:

  • residenti per accedere alle proprie abitazioni/terreni/proprietà di Via S.C. Borromeo, Via Caduti per la Libertà, Via Belvedere, Via Buon Consiglio, Via Bellavista e Piazza Rossé;
  • titolari o dipendenti di attività economiche e/o agricole ivi ubicate;
  • proprietari di terreni agricoli in possesso di pass per l’accesso alla strada agrosilvopastorale di San Tomaso nonché per le predette aree site in Piazza Rossé e Via Bellavista;
  • veicoli di soccorso, emergenza e polizia.

“La conferma del divieto di transito veicolare nasce dal favorevole riscontro ottenuto da parte dei cittadini residenti - ha spiegato il comandante Cristian Francese -, che hanno trovato giovamento nel 2021 dalla riduzione dei veicoli di turisti che accedono alle vie in prossimità dell’inizio dei sentieri per recarsi a San Tomaso e al Sasso di Preguda in cerca di parcheggio, spesso senza risultato visto il ridotto numero di posti auto in prossimità dei punti di partenza dei sentieri”.

Oltre alla segnaletica verticale fissa già presente in via Borromeo è stata completata l'installazione dell'analoga segnaletica in via Del Donatore. Durante il periodo di funzionamento del divieto di transito veicolare, compatibilmente con le altre esigenze di servizio, saranno predisposti idonei servizi d'informazione e di controllo del rispetto delle limitazioni introdotte.

San Tomaso e Sasso di Preguda: dove parcheggiare

A margine della zona rossa si trova più di una località adatta alla sosta dei veicoli: il nuovo parcheggio da trenta posti realizzato posto dopo l'incrocio tra via Concordia e via Borromeo, ad esempio; oppure, guardando a via del Donatore, che conduce verso l'imbocco del sentiero per il "Sasso" e la Chiesetta di Sant'Isidoro, si trovano degli stalli all'intersezione con via Preguda. Sempre che non si decida di parcheggiare all'interno della frazione di Parè e imboccare il panoramico "Sentee del Lach" all'altezza del civico 59.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade prese d'assalto per parcheggiare: torna la zona rossa tra San Tomaso e Preguda

LeccoToday è in caricamento