Abbadia, raddoppiati i flussi turistici: ora il bando per il Parco di Chiesa Rotta

Nel 2016 registrate oltre 23mila presenze nelle strutture ricettive. Il Comune affida la gestione del "Lido" per i prossimi sei anni

Un'area turistica che fa gola a molti operatori commerciali. Il Comune di Abbadia Lariana ha pubblicato il bando inerente l'affidamento e la gestione del Parco di Chiesa Rotta, che comprende l'esercizio di attività ricreative e di pubblico esercizio.

All'interno dell'area nota come "Lido" si trovano infatti il bar, con il servizio noleggio di sdraio e lettini, e l'area giochi attrezzata per bambini.

Il bando prevede una concessione di quasi sei anni, dal 1° giugno 2018 al 31 dicembre 2024. Il canone minimo di concessione richiesto dal Comune è di 20mila euro l'anno. L'aggiudicazione della gestione del Parco di Chiesa rotta sarà effettuata secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

Il bando: tutti i requisiti per partecipare

L'area è particolarmente appetibile per gli operatori turistici, in virtù dei grandi flussi registrati in paese negli ultimi tre anni, in particolare da aprile a ottobre. Ad Abbadia, infatti, nel 2016 sono stati conteggiati 8.553 arrivi in tutte le strutture ricettive, con 23.689 presenze, di cui 13.983 di stranieri e 9.706 di italiani. Nel giro di tre anni, sono praticamente raddoppiate (13.825 nell'anno 2014).

A queste bisogna aggiungere gli arrivi dei bagnanti del week-end e delle belle giornate estive, un flusso che negli ultimi vent'anni - dopo l'apertura dei tunnel di Monte Barro e San Martino sulla SS36 - grazie alla riqualifica di ampi e lunghi tratti di spiaggia in paese, è aumentato vertiginosamente, trasformando Abbadia nella "piccola Rimini del Lecchese".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Covid, Lombardia verso l'entrata in "zona gialla": cosa cambia

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Due incidenti distinti alla stessa ora lungo la Statale 36, deceduto un 56enne

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

Torna su
LeccoToday è in caricamento