"Per le vie delle Croci", rinviate le iniziative di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale

Gli organizzatori: «Tutto sospeso causa emergenza Covid. Ricorderemo le vittime degli incidenti anche senza manifestazioni pubbliche»

A causa dell’emergenza Coronavirus le messe dell'iniziativa "Per le vie delle Croci" in suffragio delle vittime degli incidenti stradali, sono state rinviate a data da destinarsi. La manifestazione ideata anche per sensibilizzare la popolazione sulla sicurezza stradale si tiene ogni anno tra aprile e maggio.

I precedenti di "Per le vie delle Croci" 2018, importanti iniziative di sensibilizzazione

«Siamo ovviamente dispiaciuti perché da 13 anni a questa parte la Polisportiva Monte Marenzo (Area sociale) promuove questa iniziativa in collaborazione con la signora Croce Castiglia presidente dell’associazione Matteo la Nasa, ed Ivanni Carminati (AIFVS), per ricordare tutte le vittime che proprio sulle strade hanno lasciato la vita e un vuoto incolmabile nei propri cari e nelle proprie comunità - spiega Angelo Fontana della Polisportiva - Le giuste limitazioni imposte da Stato e Regione per contenere il contagio rende impossibile l’organizzazione di qualsiasi evento che prevenda assembramento di persone, quindi anche funzioni religiose». Da qui la scelta di sospendere e rinviare le celebrazioni alle quali erano soliti prendere parte anche le autorità civili, religiose e militari del territorio.

«Vogliamo rassicurare che comunque non ci scordiamo mai delle vittime della strada - proseguono gli organizzatori di "Per le vie delle Croci" - Saranno presenti spiritualmente nelle preghiere del vescovo missionario monsignor Severino Spreafico di Bergamo e delle Monache Benedettine del Monastero di San Benedetto in Bergamo (foto sotto), che ricorderanno oltre le vittime della strada e i loro famigliari, anche i deceduti e sofferenti del Coronavirus che sta martoriando le nostre comunità».

Una galbiatese vince l'asta benefica con la Maglia Rosa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

  • Titolare senza mascherina, clienti all'interno: chiuso bar di Oliveto Lario

Torna su
LeccoToday è in caricamento