rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Partiti / Caleotto / Via Giovanni Amendola

Ex Piccola, i lavori sono partiti: venerdì l'"inaugurazione" del cantiere

Via le serrande, i vecchi magazzini - oggi inagibili - sono tornati a mostrarsi a mostrarsi all'esterno

I lavori per la rinascita dell'area dell'ex Piccola Velocità di Lecco sono partiti. Venerdì 5 maggio, alle ore 18, sarà aperto ufficialmente il cantiere che permetterà di recuperare i vecchi magazzini ferroviari. Inizia così, con la consegna delle chiavi all’impresa IMG di Milano, “la prima grande opera pubblica che farà crescere la nostra città, dal valore di oltre 4 milioni di euro, metà dei quali coperti avendo vinto un bando Pnrr”, spiega il sindaco Mauro Gattinoni. Intanto, mercoledì mattina, gli operai hanno iniziato ad aprire le stabile e alcune serrande sono "volate via".

“In campagna elettorale l’avevamo immaginata e raccontata: l’avevamo sognata come uno spazio di incontro con ristorante e attività commerciali di qualità, ma soprattutto uno spazio dinamico, aperto a proposte per i giovani, per il turismo, per lo sport e per la cultura. Bene, il cantiere che avvieremo venerdì, fornirà l’infrastruttura materiale della nostra “piattaforma” e costituirà l’avvio per una rigenerazione di tutta la grande area dell’ex scalo ferroviario perché diventi un luogo vivo e da vivere tutti i giorni. Si parte davvero, Lecco è davvero una città che cresce”: così il sindaco Mauro Gattinoni dopo l'annuncio relativo all'inizio dei lavori.

I lavori ai magazzini della Piccola

Assegnati i lavori per ridare vita ai magazzini della Piccola. L'appalto è stato aggiudicato dalla ditta I.M.G. srl, azienda che ha sede in via Lorenzo Mascheroni, 5, Milano: l'importo per i soli lavori è di 3.142.209,02 euro - con 60.362,65 euro per gli oneri della sicurezza -, in ribasso rispetto ai 3.255.753,05 stimati inizialmente. Dopo aver messo a posto il parcheggio e aver realizzato un polo distaccato per Linee Lecco, il Comune di Lecco ha aperto la gara per i magazzini dell'area di via Amendola, ovvero l'ex scalo ferroviario che, nelle idee dell'amministrazione Gattinoni, è destinato a diventare un nuovo rione della città capoluogo. Dentro la struttura, dichiarata inagibile e sfollata nemmeno troppe settimane fa, sorgeranno aule studio, biblioteca, spazi per arte e cultura, oltre alla creazione di un nuovo mercato al coperto e di un ristorante.

Assegnati i lavori per le "stecche" della Piccola

Le otto offerte sono giunte da Sandrini Costruzioni Srl, Artedil Di Campenni' Rocco & C. Srl, Impresa Edile Virgilio Gherardi Srl, I.M.G., Icoser Servizi Di Ingegneria Integrata S.R.L., Gi.Ma.Co. Costruzioni S.R.L., D.I.S.M.A. -Demolizioni, Industriali, Strade, Manufatti, Acquedotti e Corbo Group Spa. Come riferito da Palazzo Bovara, “l'impresa I.M.G. srl ha formulato un’offerta economica la cui percentuale di ribasso, pari al 12,61%, risulta immediatamente inferiore alla soglia di anomalia suindicata. Pertanto, in suo favore è stata formulata proposta di aggiudicazione dell’appalto in oggetto”.

Della spesa totale, 102.036,90 euro peseranno sul bilancio 2023 e saranno finanziati con l'avanzo vincolato e 2.109.689,96 euro deriveranno dal Pnrr; per quanto riguarda il 2024, 223.145,47 euro saranno "prelevati" dal sopracitato bando e 403.963,47 euro sono riconducibili all'avanzo per investimenti. 2,7 milioni di euro dal Pnrr e il resto dalle casse comunali, per farla breve, all'interno di un quadro economico che rimane di 4,4 milioni.

Dai magazzini alla nuova "Piccola" di Lecco

Il restauro e la rifunzionalizzazione degli ex magazzini ferroviari prevedono, nel corpo nord, la realizzazione di spazi polifunzionali dedicati ai giovani, alla cultura e allo sport, mentre nel corpo sud un mercato coperto, servizi igienici per l’area mercatale esterna, un punto di ristoro con possibile funzione didattica e cucina condivisa, spazi per la gestione delle attività connesse al mercato e una sala multiuso per riunioni o piccole conferenze, con servizi. Tra le due stecche ora congiunte verrà realizzata una galleria coperta che consentirà il passaggio tra la zona parcheggio e l'area lato via Ghislanzoni. Le opere riguarderanno anche il sedime degli immobili, gli allacciamenti ai sottoservizi e alle forniture pubbliche, la realizzazione di scale e rampe per l’accesso del pubblico al piano rialzato e la sistemazione di porzioni di superfici esterne, prevalentemente sul fronte est.

nuova piccola lecco 13 ottobre 20213-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Piccola, i lavori sono partiti: venerdì l'"inaugurazione" del cantiere

LeccoToday è in caricamento