rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Notizie Castello / Corso Giacomo Matteotti

È morto Gruby, il maialino spaziale

Ha chiuso per sempre gli occhi il beniamino dei bambini che frequentano il Planetario di Lecco. Da anni le sue avventure nel cosmo conquistavano i piccoli sotto la cupola stellata

Ha attraversato il ponte dell’arcobaleno il maialino più famoso del Lecchese. Ha chiuso per sempre gli occhi Gruby, il beniamino dei bambini che frequentano il Planetario. Da anni le sue avventure nello spazio conquistano e divertono i piccoli sotto la cupola stellata di palazzo Belgiojoso. Un simpatico amico che tutti reputano immaginario e che in realtà era reale: un maialino vietnamita che viveva a Pescate, in un giardino affollato di tanti amici a due e quattro zampe diventati anch’essi protagonisti delle sue avventure alla scoperta delle meraviglie del cielo.

Nella storia i suoi amici (cani, gatti, furetti, galline, anatre e oche), lo scelgono per una missione spaziale alla ricerca di altri animali nello spazio. E i suoi viaggi conducono i bambini alla scoperta di pianeti, lune, stelle, nebulose. Con un successo che negli anni è sempre andato crescendo grazie alla tenerezza e alla simpatia del protagonista. Gruby non c’è più, ma continuerà a vivere e far sorridere i bambini nell’atmosfera magica della cupola del Planetario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto Gruby, il maialino spaziale

LeccoToday è in caricamento