Ponte di Paderno, tra il 9 e il 31 marzo la riapertura a pedoni e ciclisti

Lo annuncia Ferrovie dello Stato aggiornando il cronoprogramma ufficiale sul proprio sito internet. Da lunedì 21 gennaio inizierà il montaggio di altri due ponteggi

Gli operai al lavoro sul ponte (Foto Ferrovie dello Stato)

Arriva una prima, importante scadenza temporale per il Ponte di Paderno. L'infrastruttura, chiusa lo scorso ottobre per manutenzione straordinaria, dovrebbe riaprire al traffico di pedoni e ciclisti fra il 9 e il 31 marzo 2019.

A comunicarlo è Ferrovie dello Stato attraverso il proprio sito internet, nella sezione dedicata al Ponte San Michele opportunamente e puntualmente aggiornata.

L'assessore Terzi: «A dicembre riapertura al traffico veicolare»

«Attualmente gli operai al lavoro sono impegnati nelle attività di smontaggio dei parapetti in ferro e di rimozione dei camminamenti pedonali in pietra - si legge - Da lunedì 21 gennaio inizierà il montaggio di altri due ponteggi, che si aggiungono ai due già esistenti, uno sul lato Paderno, l'altro sul lato Calusco. Queste quattro strutture, una volta esaurito il loro compito nella porzione del ponte sulla quale gli operai devono intervenire, vengono spostate in avanti grazie a una sorta di rotaia, in direzione del centro del ponte. Nei prossimi giorni sarà rimosso anche l'asfalto che ricopre le nervature di rinforzo dell'impalcato stradale dai lati».

Dalla Provincia 16mila euro per potenziare i bus sostitutivi

Secondo il cronoprogramma, dopo la rimozione dei camminamenti in pietra e il rinforzo degli elementi di controvento, oltre alla sostituzione delle chiodature deteriorate, si provvvederà a realizzare la piste di cantiere e a rinforzare i montanti. A marzo il ripristino della viabilità ciclopedonale, con bus che condurranno i pendolari all'imbocco del ponte e altri che li attenderanno sull'altro lato per i collegamenti con le stazioni ferrovarie.

Le imprese all'opera

I lavori per la ristrutturazione del ponte sono stati affidati al Raggruppamento Temporaneo di Imprese (Rti) formato dalla Luigi Notari Spa (Costruttore capogruppo mandataria), Fadep (costruttore mandante) e dal Costituendo Rti Seteco Ingegneria srl (mandataria progettista) e ingegner Pier Giorgio Malerba (mandante progettista). 

L'importo previsto dei lavori è di circa 21,6 milioni di euro, di cui 1,6 milioni finanziati da Regione Lombardia. La conclusione, va ricordato, è prevista per fine 2020.

Il cronoprogramma dei lavoricronoprogramma ponte paderno-2

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali contro le scutigere

  • Come eliminare l'odore di sigaretta in casa

  • Come avere i bidoni della spazzatura sempre puliti e igienizzati

  • Come realizzare una macedonia perfetta

I più letti della settimana

  • Incidente in moto, senza scampo lo skyrunner Davide Invernizzi

  • Gravissimo incidente auto-moto a Pasturo, intervento dei soccorsi in codice rosso

  • Rimedi naturali contro le scutigere

  • Temporali intensi e vento forte: lunedì si aggrava l'allerta sul Lecchese

  • «Ciao Davide, i tuoi sogni continueranno a correre sulle tue montagne»

  • Lutto a Mandello: addio a Mariella Alippi, una delle anime del Gal

Torna su
LeccoToday è in caricamento