menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rendering del progetto nell'area Ex Pagani

Il rendering del progetto nell'area Ex Pagani

Area Ex Pagani, presidio di Rifondazione contro l'intervento urbanistico

«Nei prossimi anni assisteremo a una nuova colata di cemento nell'area ex Pagani nel rione di Germanedo. Tutto questo porterà problemi a un rione già congestionato»

Sabato 1° febbraio Rifondazione Comunista allestirà un presidio informativo davanti all'area Ex Pagani, per illustrare le ragioni che hanno spinto il partito a dissentire dalla decisione del Consiglio comunale di Lecco riguardo l'intervento urbanistico che avverrà nell'area. Saranno costruiti quattro edifici con 120 appartamenti, più un insediamento commerciale.

«Nei prossimi anni assisteremo a una nuova colata di cemento nell'area ex Pagani nel rione di Germanedo - si legge nel comunicato diffuso dal Circolo di Lecco - Il Consiglio comunale ha votato a maggioranza in favore dell'intervento urbanistico che porterà alla costruzione di nuovi appartamenti e di un'area commerciale. Era necessario tutto questo? Assolutamente no! In una città dove ci sono migliaia di appartamenti sfitti e una zona dove abbondano già centri commerciali tutto ciò poteva essere evitato, ma gli amici dei "palazzinari" hanno colpito ancora dando il nulla osta al progetto. Quello stesso Pd che un decennio fa, durante la giunta Lega a guida Faggi, cavalcando il malumore del quartiere, si era espresso negativamente a questa scellerata speculazione immobiliare, ora ha cambiato ruolo, e, divenuto maggioranza, ha portato avanti quest'opera».

Ex Pagani, il progetto piace ai residenti: stop al ricorso

«Tutto ciò porterà problemi a un quartiere che mostra già delle fragilità a livello viabilistico, congestionato nel traffico settimanale in prossimità dell'ospedale, soffriranno i piccoli negozi di quartiere già inghiottiti dai vicini centri commerciali e da un mercato che va sempre di più verso acquisti e-commerce. La Lega dieci anni fa ha avuto la responsabilità di dare il via libera a tutto ciò e oggi il Pd non ha il coraggio di mantenere una posizione ferma sulla speculazioni edilizie senza cercare alternative per una città che sta diventando un grande dormitorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento