menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa di presentazione del Lecco Pride

La conferenza stampa di presentazione del Lecco Pride

Il primo "Lecco Pride" diventa realtà: battesimo il 20 giugno 2020

Al sabato la manifestazione conclusiva per le vie della città, nei giorni precedenti - e da qui all'estate - una serie di eventi collaterali per far riflettere la città sulle tematiche Lgbt

Lecco avrà ufficialmente il suo Pride. Gli organizzatori, in testa l'associazione Renzo e Lucio, hanno scelto la data: il 20 giugno 2020 si svolgerà la manifestazione finale, attorno alla quale verrà costruita una ricca rassegna di eventi per coinvolgere la cittadinanza a una riflessione su tematiche legate ai diritti, alla visibilità, all'accettazione, all'inclusione delle persone Lgbt.

L'idea di Renzo e Lucio: un "pride" anche a Lecco nel 2020

«Sarà un Pride classico, con una manifestazione che si concluderà in Piazza Garibaldi - spiega Mauro Pirovano, presidente dell'associazione Glbts Renzo e Lucio - Confermata la nostra idea iniziale di costruire una serie di eventi prima della manifestazione; venerdì 19 giugno al Circolo Arci di Calolzio organizzeremo un incontro con l'Associazione genitori degli omosessuali, Agedo, che recentemente ha aperto una succursale Como-Lecco, e sarà inoltre occasione per lanciarla nel territorio e affrontare le problematiche legate. Sempre a Calolzio si svolgerà la proiezione del film "Due volte genitori" con la presenza del regista Claudo Cipelletti».

«Coinvolgeremo le aziende del territorio»

Le iniziative saranno numerose anche da qui a giugno 2020. Al Bar Napoleon il 6 dicembre spazio a un apericena che sarà il primo di una serie per finanziare la manifestazione; il 17 dicembre al circolo Libero Pensiero verrà allestita una tombolata natalizia. «Contiamo di organizzare altri eventi non solo in quella settimana, ma durante tutto l'anno - continua Pirovano - Sicuramente uno riguarderà la tematica dei migranti Lgbt, ma cercheremo di fare anche qualcosa rivolto alle aziende e al mondo del lavoro, così come spettacoli teatrali e altre serate. L'idea è coinvolgere le aziende del territorio in qualità di sponsor e per questo abbiamo pensato a tre modalità per sostenere il Lecco Pride, che abbiamo chiamato con i nomi delle nostre montagne: Grignetta, Resegone e San Martino».

Il logo, «onde che richiamano l'acqua»

Sabato, in occasione della presentazione del Pride, è stato svelato anche il logo (cliccare sotto), costituito dal nome e da onde stilizzate color arcobaleno. «L'idea è "invadere" la città con queste onde, elemento che richiama il lago ma che allo stesso tempo ci ricorda che al 70% siamo fatti di acqua e la società deve essere rispettosa di ogni persona. È un'immagine per pensare alla sessualità ed altre tematiche in maniera liquida. Una goccia alla volta, insieme, si può scalfire anche la roccia dei pregiudizi».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento