rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Il finanziamento

Quasi 7 milioni di euro per migliorare la qualità delle acque del lago

Importante finanziamento di Regione Lombardia a favore del territorio lecchese al fine di conservarne la biodiversità e aumentarne la funzionalità ecologica

Quasi 7 milioni di euro per il risanamento delle acque lacustri nella provincia di Lecco. La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, ha deliberato una nuova dotazione di risorse per il finanziamento degli interventi previsto dal Piano Lombardia.

"Prosegue l'azione di Regione Lombardia - afferma Cattaneo - volta al miglioramento della qualità delle acque e delle sponde dei laghi della nostra Regione, al fine di conservarne la biodiversità e aumentarne la funzionalità ecologica. In questo ambito ci stiamo impegnando con convinzione e stiamo stanziando importanti risorse. Con questa delibera - ha proseguito - Regione Lombardia finanzierà interventi che favoriranno la riduzione del carico puntuale in ingresso a lago al fine di ottenere effetti positivi sulla balneazione e sullo sviluppo di macrofite e di fioriture di alghe".

I fondi stanziati, che ammontano complessivamente a circa 24 milioni di euro (11,5 milioni nel 2022 e 12,5 milioni nel 2023), vanno ad aggiungersi ai 16 milioni dello scorso luglio che hanno permesso il finanziamento di 65 progetti nell'ambito del recupero delle sponde, del risanamento dei laghi e degli interventi di biodiversità. Per completare gli interventi la restante parte dei costi sarà coperta da circa 5 milioni di cofinanziamenti.

In cosa consistono gli interventi

I progetti saranno localizzati nelle immediate vicinanze del lago di riferimento al fine di ottenere un beneficio immediato per la qualità delle acque, e riguardano in particolare interventi di sistemazione e miglioramento dell'assetto fognario; contenimento dell'impatto degli scarichi delle acque reflue urbane; gestione sostenibile delle acque meteoriche in ambito urbano.

I beneficiari dei contributi regionali sono soggetti pubblici quali Province, Autorità di bacino lacuale, Comuni, enti gestori aree protette, Uffici d'Ambito.

Definite le modalità di attuazione e di erogazione delle risorse, sono state ammesse a finanziamento 41 proposte d'intervento e ne saranno immediatamente finanziate 35. Delle quali 8 in provincia di Lecco, 6 in provincia di Sondrio, 6 in provincia di Varese, 4 in provincia di Como, 4 in provincia di Mantova, 5 in provincia di Brescia, 1 in provincia di Milano, 1 in provincia di Bergamo.

La ripartizione nel Lecchese

Per la provincia di Lecco 6,9 milioni di euro di cui: 53.234 euro per l'estensione della rete di fognatura a Maggiana, frazione di Mandello del Lario; 2,2 milioni di euro per l'adeguamento dell'impianto di Mandello; 317.500 euro per la separazione della rete fognaria di via Manzoni a Lecco; 1 milione di euro per la dismissione dell'impianto di depurazione di Dorio e il collettamento verso il Comune di Dervio; 1,5 milioni di euro per l'adeguamento del collettore intercomunale nei comuni di Oggiono e Galbiate; 390mila euro per la realizzazione di reti di acque bianche con recapito nel Lago di Sartirana e la fognatura bianca in frazione Cassina Fra' Martino nel Comune di Merate; 645mila euro per la risoluzione degli sversamenti di fognatura in Via San Martino nel Comune di Mandello del Lario; 670mila euro per la realizzazione di reti di acque bianche con recapito nel Lago di Sartirana. Ammissibili a finanziamento ma al di fuori, al momento, dalle risorse disponibili, anche gli interventi di separazione della rete fognaria a Civate e Oliveto Lario, frazione Onno e il completamento della separazione delle reti Vassena e Limonta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 7 milioni di euro per migliorare la qualità delle acque del lago

LeccoToday è in caricamento