rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Il progetto / Pescarenico / Via Gaetano Previati

Un laboratorio componibile per le aziende: è nato BEEpilot

La struttura è realizzata con tecnologia a base legno e i suoi componenti sono assemblati a secco, senza l’utilizzo di leganti

Al Politecnico di Lecco arriva BEEpilot. Ma cos'è Building Energy Efficiency pilot? Si tratta di un piccolo edificio composto da moduli prefabbricati ideato per essere al servizio della ricerca nel settore delle costruzioni. Un prototipo sperimentale che fungerà da laboratorio e potrà essere utilizzato da ricercatori, produttori di materiali e di facciate, professionisti, appaltatori edili, investitori e utenti finali per testare materiali e componenti innovativi per l’involucro degli edifici.

“BEEpilot presta attenzione all’ambiente e si configura come un edificio a bassa energia incorporata e ad alta efficienza - spiega il Polo di Lecco del Politecnico di Milano -. È realizzato con tecnologia a base legno e i suoi componenti sono assemblati a secco, come nel più perfetto gioco a incastri, senza l’utilizzo di leganti. Le pareti e le coperture sono composte da moduli rimovibili e sostituibili; aziende e operatori del settore potranno testare le performance dei loro prodotti applicandoli al BEEpilot. Il laboratorio è appoggiato su una struttura circolare motorizzata che consentirà di orientarlo in base alla posizione del sole per consentire la ricerca differenti condizioni di luce e radiazione a seconda del test che si starà svolgendo”.

“Un sistema versatile che consentirà di effettuare diversi tipi di prove - aggiunge Graziano Salvalai, responsabile scientifico di MEZeroE*, progetto europeo di cui BEEpilot fa parte -. Effettueremo prove termiche, acustiche, illuminotecniche, di tenuta all’aria e di qualità dell’aria, sottoponendo gli elementi di cui dobbiamo verificare le performance agli agenti atmosferici esterni e creando all’interno il clima di cui abbiamo bisogno per ciascun specifico test. Questi possono riguardare numerosi aspetti, dall’invecchiamento delle guaine alla ventilazione dell’intercapedine, che rileveremo attraverso apposita sensoristica di facciata”.

Cos'è Horizon 2020 MEZeroE

Il progetto MEZeroE “si pone come obiettivo principale quello di promuovere l'innovazione e la standardizzazione nel settore delle costruzioni, al fine di contribuire in modo sostanziale alla trasformazione del patrimonio edilizio europeo. La frammentazione e la complessa struttura del mercato edilizio sono, ad oggi, tra le principali barriere all’innovazione tecnologica dello stesso. In questo contesto, MEZeroE vuole offrire un ecosistema di open innovation per lo sviluppo, la sperimentazione e il potenziamento di prodotti per l’involucro che siano smart, a base biologica e incentrati sulla persona. Il consorzio di ricerca MEZeroE rappresenta una grande porzione del continente europeo e i numerosi partner coinvolti nel progetto appartengono a quattro categorie prevalenti: centri di ricerca/università/laboratori, industria, sensoristica, sviluppo di mercato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un laboratorio componibile per le aziende: è nato BEEpilot

LeccoToday è in caricamento