Ats Brianza e Inail, protocollo per la prevenzione nei luoghi di lavoro

Sottoscritto accordo d'intesa tra l'Agenzia di Tutela della Salute della Brianza e le sedi Inail di Monza e Lecco per migliorare la sicurezza e la salute dei lavoratori

Da sinistra Casazza, Tripi, Cogliati

È stato sottoscritto in questi giorni il protocollo d'intesa tra l'Agenzia di Tutela della Salute della Brianza e le sedi Inail di Monza e Lecco per migliorare la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro.

L'accordo nasce dall'interesse comune di monitorare con attenzione e tempestività l'andamento degli infortuni e delle malattie professionali, per promuovere una più mirata attività di prevenzione attraverso iniziative, anche congiunte, di comunicazione, formazione e di controllo.

Hanno firmato il documento il direttore generale dell'Ats Brianza Silvano Casazza, il Direttore di Inail Monza Vittorio Tripi e il direttore di Inail Lecco Moreno Cogliati.

Un protocollo che ha come obiettivo quello di sviluppare attività integrate in tema di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, nel monitoraggio degli infortuni mortali e gravi, nelle iniziative di formazione e informazione rivolte al mondo del lavoro e in generale su temi di rilevanza preventiva e una collaborazione per progettualità varie in tema di sicurezza, anche rivolte al mondo della scuola.

Un altro infortunio sul lavoro: 52enne elisoccorso a Sirtori

Per la progettazione, attuazione e verifica delle singole progettualità verranno istituiti gruppi di lavoro multidisciplinari composti da funzionari e professionisti degli enti coinvolti.

All'interno del documento anche le indicazioni per regolare il flusso delle informazioni tra gli enti sugli infortuni sul lavoro gravi e mortali, così da governare in modo migliore le dinamiche. Per ciò che riguarda le malattie professionali, Ats e Inail si impegnano a instaurare tavoli di lavoro periodici per effettuare l'analisi congiunta dei casi.

«La firma del protocollo d'intesa con Ats Brianza - spiegano i direttori di Inail Monza e Inail Lecco Vittorio Tripi e Moreno Cogliati - è il frutto di un lavoro congiunto pluriennale e rende efficaci forme di collaborazione già in atto tra enti per lo scambio di dati e informazioni su infortuni e malattie professionali, nonché una collaborazione ad ampio raggio, nel rispetto delle relative competenze, per gli aspetti legati alla prevenzione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Silvano Casazza, direttore generale di Ats Brianza sottolinea come «quest'importante unione d'intenti ci permetterà di affrontare in modo ancora più puntuale l'importante tematica della prevenzione nei luoghi di lavoro. Si tratta di un argomento sul quale oggi più che mai bisogna fare squadra e mettere in campo tutte le energie affinchè si riducano infortuni e malattie sul lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in barca sul lago di Como, il video diventa virale

  • Infermiere accoltellato dalla figlia in Valtellina: è grave e ricoverato a Lecco

  • Lombardia, nuova ordinanza regionale: mascherina all'aperto se non è garantito il distanziamento. Novità per trasporti e celebrazioni religiose

  • Sub lecchese travolto e ucciso da un motoscafo in Sardegna

  • Bici travolge una passante in centro Calolzio, intervento d'urgenza dei soccorsi

  • Lega, aperta la sede elettorale: «Grattaculi in Comune non ne vogliamo. Con il centrosinistra si torna indietro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento