rotate-mobile
Notizie Valmadrerese e Riviera Ovest / Via Maggiore, 12

Suello punta sulla lettura: ecco il passaporto di "ascoltastorie" per i bambini

In occasione del 10° anniversario di "Letture ad alta voce", la biblioteca ha ospitato la notte dei pupazzi e la festa delle storie: appuntamenti che mirano a coinvolgere i più piccoli avvicinandoli così ai libri

Grande festa sabato 15 aprile alla biblioteca di Suello: i volontari lettori e tutti i collaboratori della struttura hanno celebrato infatti il 10° anniversario di Letture ad alta voce con tutti i bambini "ascoltastorie" che abitualmente partecipano a questi appuntamenti.

La ricorrenza si è svolta in due momenti: "La notte dei pupazzi" e "La festa delle storie". La prima è un'usanza nata in America nel 2007 che si è poi diffusa in altre parti del mondo, soprattutto in Giappone, dal 2010: ha come scopo l'utilizzo del pupazzo nel ruolo di mediatore tra libro e bambino.

I bambini hanno lasciato in biblioteca i propri pupazzi nel pomeriggio di venerdì 14 per far trascorrere loro una notte divertente e li hanno poi ripresi il sabato, dopo la festa, con una foto che ha documentato l'attività notturna del pupazzo. Ogni bambino ha inoltre potuto ritirare anche un libro che il pupazzo ha scelto proprio per lui. Sui canali social è possibile vedere le foto di tutte le attività svolte dai loro pupazzi.

La carica dei 50 bimbi

L'incontro alla biblioteca di Suello

Sono stati ben 50 i bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria che hanno preso parte a entrambi i momenti. "La festa delle storie" si è svolta il sabato 15 aprile nel pomeriggio. Dopo un momento di accoglienza i bambini, divisi in tre gruppi, si sono diretti in tre punti del paese per ascoltare le storie che i volontari lettori avevano preparato per loro. Sono poi ritornati in biblioteca per poter vedere esposte in mostra le locandine dei 40 appuntamenti proposti in 10 anni e i libri letti in queste occasioni. I bambini, con i loro genitori, hanno potuto sfogliarli e prenderli in prestito. È stato quindi donato a ogni piccolo partecipante il "Passaporto dell'ascoltastorie" che verrà timbrato ogni volta che i bambini parteciperanno ai prossimi appuntamenti. La festa si è conclusa con la merenda. 

Le origini delle lettura ad alta voce

"L'idea di proporre momenti di letture ad alta voce è nata circa 10 anni fa dopo la partecipazione dei volontari della biblioteca e di diversi insegnanti a un corso con Anna Fascendini di Scarlattineteatro, 'Leggere per gioco, leggere per amore', proposto dell'allora amministratore Vanna Biffi.  A lei un ringraziamento particolare per aver dato il via a questa bella esperienza - spiegano i promotori - Un gruppo più ristretto di partecipanti al corso ha quindi deciso in seguito di tentare questa avventura, convinto delle motivazioni e dei benefici che i bambini ottengono da questa pratica fin dalla prima infanzia, sviluppando un atteggiamento positivo verso la lettura e i libri. Il primo incontro fu proposto il 15 giugno 2013 e vi partecipò una decina di bambini; il numero nel corso degli anni è aumentato.
Un ringraziamento quindi a tutti bambini che partecipano assiduamente, ai volontari lettori e alla bibliotecaria Manuela Krassowski, aiuto prezioso nella scelta dei titoli da proporre; un ringraziamento infine al sindaco e agli amministratori che sostengono ogni iniziativa proposta dai collaboratori della biblioteca di Suello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suello punta sulla lettura: ecco il passaporto di "ascoltastorie" per i bambini

LeccoToday è in caricamento