rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
L'analisi

Qualità della vita, Lecco decolla: 25esimo posto in Italia, ma ambiente e servizi...

Miglioramenti sotto tanti aspetti, ma la voce green crolla: -53 posizioni

"Il Sole 24 Ore" fa l'annuale punto sulla qualità della vita in Italia. La provincia di Lecco fa un sostanzioso passo in avanti: 24 posizioni guadagnate rispetto al 2020, che permettono di passare dal 49° al 25° posto nella graduatoria dei capoluoghi di provincia. L'annuale ricerca del Sole 24 Ore, nel 2019 è passata da 42 indicatori a 90. Stando al noto quotidiano economico, in sintesi, tutte le province lombarde hanno riconquistato diverse posizioni rispetto allo stesso anno (ad eccezione di Sondrio). Nell'annus horribilis della pandemia la "Locomotiva d'Italia" era stata penalizzata dall'impatto dell'emergenza sanitaria che era stato misurato - tra le altre cose - dal crollo del Pil pro capite e dai dati sanitari (mortalità e contagi su tutti).

L'effetto del covid sugli indicatori

Novanta indicatori per fotografare i livelli di benessere della popolazione italiana. Novanta statistiche aggiornate che misurano, con un dettaglio provinciale, quali sono le aree dove si vive meglio e dove si concentrano i maggiori divari. Anche quest’anno l’indagine della qualità della vita del Sole 24 Ore documenta i progressi fatti nell’ultimo anno e mette in luce le fragilità dei territori, da nord a sud. E lo fa ancora una volta introducendo nel panel dati nuovi per poter interpretare meglio l’attualità e includere particolari aspetti che oggi incidono sul benessere della popolazione.

Tra questi, ad esempio, il numero di farmacie ogni mille abitanti, che in queste ore, con i tamponi rapidi, rappresentano un servizio sanitario di prossimità cruciale. Oppure gli infortuni sul lavoro, l’affollamento degli istituti di pena, i farmaci per la depressione, gli esposti per inquinamento acustico e l’energia elettrica prodotta da fonte rinnovabile.

Gli indicatori che misurano i livelli di istruzione della popolazione, infine, sono stati spostati nella categoria “Demografia, società e salute” per lasciare più spazio ad alcuni dati climatici ed ecologici in “Ambiente e servizi”.

Qualità della vita a Lecco: gli indicatori

In particolare, Lecco e provincia (popolazione: 332.593 persone, 2021, dati Istat) ottengono 512,9 punti punti totali (nel 2020 furono 513,1, nel 2019 523,9, nel 2018 545,8, nel 2017 497), così suddivisi: 15° posto per la voce "ricchezza e consumi", con una retribuzione media annua da lavoro dipendente pari a 25.470 euro (6° dato), un reddito meno da pensione di vecchiaia di 20.338 euro e un 4° posto alla voce "pagamenti oltre i 30 giorni" (0,1%); 22° posto per la voce "affari e lavoro", con - in particolare - il 6° posto per le imprese che fanno e-commerce (0,1% sul totale delle imprese registrate) e il 7° per tasso di occupazione (74% 20-64 anni);

16° posto per "giustizia e sicurezza", complice il 3° posto generale per reati legati agli stupefacenti (23,1 denunce ogni 100mila abitanti) e per riciclaggio e impiego di denaro (0,3 denunce ogni 100mila abitanti); l'indice di litigiosità è al 2° posto (1.641,9 cause civili iscritte ogni 100mila abitanti). Vanno male i dati di furti in abitazione (101°, 290,4 denunce ogni 100mila abitanti) ed esposti per inquinamento acustico (45,7 presentati dai cittadini nei comuni capoluogo ogni 100mila abitanti). 12° posto per "demografia e società": 1° posto per le acquisizioni di cittadinanza (6,4 ogni 100 residenti stranieri) ed emigrazione ospedaliera (2,3% di dimissioni di residenti avvenute in altra regione); troppo pochi i medici di Medicina generale (7,8 professionisti attivi ogni 10mila abitanti). 

Veniamo alle voci meno nobili: 84° posto, nonostante un miglioramento (+5) per "cultura e tempo libero", dove il miglior risultato è il 19° posto per la formazione continua (8,6% della popolazione 25-64 anni impegnata in attività di formazione permanente); male librerie (101°, 4,2 ogni 100mila abitanti), spesa dei Comuni per la cultura (103°, 1 euro pro capite per alcuni capitoli), offerta culturale (103°, 8,2 spettacoli ogni mille abitanti) e ristoranti (104°, 2,8 ogni mille abitanti). 86° posto (-53 posizioni) per "ambiente e servizi": tiene botta il tasso di motorizzazione (21°, 60,9 auto in circolazione ogni 100 abitanti, nel comune capoluogo), in basso i Pos attivi (95°, 41,1 ogni mille abitanti).

Qualità della vita a Lecco: il riassuntoQualita-della-vita-Il-Sole-24-ORE-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Lecco decolla: 25esimo posto in Italia, ma ambiente e servizi...

LeccoToday è in caricamento