rotate-mobile
Il bilancio / Centro storico / Piazza Stazione

Guerra in Ucraina, la raccolta fondi a quota 260mila euro. Trovata casa a 95 profughi

Importante contributo di Fondazione Cariplo, che ha messo sul piatto oltre 3 milioni di euro

Sono circa settecento le persone arrivate nel Lecchese dall'Ucraina. La gran parte è stata ospitata dai parenti, ma ci sono anche vari minorenni arrivati senza accompagnamento. Per questo da qualche settimana è stato messo in piedi il fondo Fondo “Lecco ospita l’Ucraina” da parte della Fondazione Comunitaria del Lecchese, che oggi sfiora quota 260mila euro. Grazie al contributo straordinario di Fondazione Cariplo (150mila euro) nell'ambito di un più ampio impegno che ha portato l’ente a destinare 3.400.000 euro a sostegno dei profughi di guerra, la Fondazione ha messo insieme la cifra di 259.842 euro.

“Fondazione Cariplo è in prima linea, come sempre, attraverso un generoso contributo per sostenere le fondazioni comunitarie che sul territorio sono impegnate a costruire e rafforzare reti di solidarietà. Una sussidiarietà virtuosa in un momento storico drammatico”, ha spiegato la Presidente della Fondazione comunitaria del Lecchese, Maria Grazia Nasazzi.

accoglienza profughi ucraina 7 marzo 2022 maria grazia nasazzi-2
Maria Grazia Nasazzi

95 profughi ucraini nel Sistema Distrettuale

Chi è arrivato senza un appoggio, dicevamo, ha bisogno di un tetto da mettere sopra la testa. In accordo con la Prefettura di Lecco, quindi, proseguono gli inserimenti nella rete di appartamenti per l’accoglienza diffusa sul territorio. Ad oggi sono 95 le persone inserite dal Sistema Distrettuale (20 nell’Ambito di Bellano, 45 nell’Ambito di Lecco e 30 nell’Ambito di Merate) e altre verranno inserite nei prossimi giorni non appena verificata l’idoneità delle richieste e la compatibilità con gli alloggi disponibili.

Sono previste, in questa fase, due tipologie di sostegno economico ove se ne registri la necessità, da parte del Fondo:

  • contributo a chi accoglie/ospita/ha messo a disposizione un appartamento ed evidenzia la necessità di un riconoscimento delle spese. Il contributo viene erogato sull’IBAN dell’ospitante previa richiesta e validazione del Comitato di indirizzo del Fondo “Lecco ospita l’Ucraina”;
  • contributo alle persone ucraine arrivate sul territorio e che non hanno sufficienti risorse economiche proprie. Il contributo viene erogato nella forma di buono spesa, previa richiesta e validazione da parte del Comitato di indirizzo.

La validazione delle richieste e l’erogazione dei contributi sarà attiva dal 1° aprile, partendo dalle situazioni già note al Distretto e agli Ambiti. Eventuali necessità relative a persone/strutture che ospitano persone/famiglie ucraine a conoscenza dei Comuni dovranno essere segnalate dagli stessi agli Ambiti.

I volontari della Valsassina e del lago per l'Ucraina

Nei giorni scorsi la Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera, l’Ambito di Bellano e il Consorzio Consolida hanno organizzato un piacevole incontro per ringraziare i volontari impegnati nelle iniziative a sostegno dei profughi.

“È stato un momento di sincero ringraziamento per i numerosi volontari che si sono ingaggiati nella campagna di Raccolta di aiuti umanitari per l’Ucraina - ha spiegato Gabriella Del Nero, presidente dell’Ambito distrettuale di Bellano -. Questa campagna ha visto la partecipazione di oltre 60 volontari e la raccolta di quasi mille scatoloni: una bella forza motrice che abbiamo voluto celebrare, anche con l’obiettivo di continuare a far sentire la comunità parte di una mission comune. Abbiamo, con l’occasione, ribadito le proposte attive sul nostro Ambito di Bellano e sul Distretto: il “Fondo Lecco ospita l’Ucraina”, l’accoglienza in famiglia di minori e/o mamme con minori, il reperimento di alloggi solidali e la call del CSV per volontari tutor delle famiglie ucraine. È stato un bel momento per la nostra comunità, che ha celebrato la disponibilità e la solidarietà che intrecciano il nostro territorio”.

Come donare per i profughi dell'Ucraina

Le donazioni si possono effettuare tramite bonifico bancario intestato alla Fondazione comunitaria del Lecchese:

  • Intesa Sanpaolo - IBAN: IT28 Z030 6909 6061 0000 0003 286
  • Banca della Valsassina - IBAN: IT87 B085 1522 9000 0000 0501 306
  • Causale: Lecco ospita l’Ucraina
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, la raccolta fondi a quota 260mila euro. Trovata casa a 95 profughi

LeccoToday è in caricamento