menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mandello solidale: raccolti 2.200 euro per le vittime del terremoto

Successo per la commedia dialettale "Go vendu l'anima al diavul". Sul palco la drammatica testimonianza di Emanuela e della sorella Veronica che ad Amatrice ha perso i due figli

Mandello vicina alle vittime del terremoto del Centro Italia. «Non sono qui per rattristarvi». Ha esordito con queste parole in un Teatro De Andrè gremito, Veronica, accompagnata dalla sorella Emanuela, entrambe con nel cuore le incancellabili ferite umane e materiali causate dal terremoto di Amatrice. A Veronica, il forte evento sismico ha infatti strappato i due figli gemelli di sette anni.

La serata di sabato 30 marzo organizzata dall'assessorato alle Pari opportunità del Comune di Mandello del Lario ha portato sulle scene all'attenzione del numeroso pubblico la brillante commedia dialettale "Go vendu l'anima al diavul". Un'opera teatrale per la regia di Camillo Vittici interpretata dalla Compagnia delle Bontenpome di Laorca, cast tutto al femminile.

Uno stand di Mandello al prossimo Salone del Ciclo e Motociclo?

L'ingresso a offerta libera ha registrato un incasso di 2.200 euro, somma che sarà destinata come riferito dal vicesindaco Serenella Alippi «alla creazione di un ambiente sereno e giocoso», uno spazio ludico in quel di Amatrice.

Mandello si conferma attiva e operante nella solidarietà, come testimoniano la scorsa Maratona di calcio realizzata da Comune e "Gli amici del venerdì" e la serata benefica con Francesco Malvaso e Matteo Maggi, studente al liceo artistico, autore del murales realizzato al campo sportivo mandellese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento