rotate-mobile
Notizie

I ragazzi della Uildm Lecco sognano la finale nazionale di hockey su carrozzina

Gerolamo Fontana: "Sosteniamo questi atleti e li supportiamo con attrezzature tecniche e volontari"

Federico e Simone Balio, Alessia Clamer, Kastriot Buliga: sono legati alla Uildm Lecco, giocano negli Sharks di Monza e si sono qualificati per le semifinali nazionali di serie A2. Il loro allenatore, Salvatore Natale, li presenta orgoglioso: è la prima volta che “gli squaletti” approdano a Lignano Sabbiadoro, per giocare le semifinali e finali nazionali. "Essere qui è già una vittoria per noi, per i nostri ragazzi giocarsi i playoff di promozione è infatti il premio per tanti anni di allenamenti, vittorie e partite sofferte".

Anche Matteo Clamer, che gioca nella società Sharks Monza, ma nella squadra di serie A1, insegue il sogno di uno scudetto che da troppi anni manca nella bacheca della squadra biancorossa. Il suo allenatore, Massimo Della Torre, pur essendo fiducioso, non si sbilancia in un pronostico, ma chiede ai suoi ragazzi un ultimo grande sforzo.

"L’hockey su carrozzina è l’unico sport che chi ha forti limitazioni fisiche può praticare - spiega Gerolamo Fontana, presidente della Uildm Lecco - le partite si giocano con carrozzine elettroniche, alcune guidate anche da piccoli movimenti della bocca o della punta di un dito. La sezione di Lecco dell'Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare supporta questi atleti con attrezzature tecniche e volontari che li accompagnano e cercano di diffondere la cultura di uno sport inclusivo che migliori la qualità della vita di tante persone con patologie rare".

Donato a Telethon un nuovo mezzo: "Grazie di cuore, un regalo prezioso per i 30 anni"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzi della Uildm Lecco sognano la finale nazionale di hockey su carrozzina

LeccoToday è in caricamento