Giovane lancia pizza nello spazio con un pallone aerostatico

Domenica il 18enne Jonathan Polotto, studente di informatica, tenterà un esperimento da record: portare il «simbolo dell'Italia» a 47 km di altitudine

Nella foto Jonathan Polotto: lancerà una pizza nello spazio

Tenterà un record "spaziale": lanciare un pallone aerostatico a una quota record di 47 chilometri di altitudine, ma soprattutto portare nella stratosfera il «simbolo dell'Italia», una pizza.

L'originale impresa porta la firma di Jonathan Polotto, 18enne studente di informatica di Canzo, che domenica 24 giugno - insieme ad alcuni amici collaboratori - cercherà di concretizzare l'esperimento da Bollate.

«L'idea è nata tempo fa - spiega il ragazzo - Già due anni fa lanciai un pallone con sole due videocamere a bordo, ma non raggiunse queste altitudini. Lo stimolo è dato sì dalla quota record, ma anche dal portare per la prima volta una pizza nello spazio, uno dei simboli del nostro Paese».

Lancio in diretta sino a una certa quota

Per dare vita all'esperimento, Jonathan ha messo insieme una serie di sponsor tra i quali la pizzeria "Beato te" di Milano che sfornerà la pizza "spaziale". «A bordo sistemeremo ancora due videocamere: in diretta sarà possibile seguire il lancio fino a una certa quota, più o meno quella degli aerei di linea, dopo di che perderemo il segnale. Il video integrale potremo caricarlo su You Tube quando la sonda ricadrà a terra e recupereremo i filmati».

Uno degli aspetti meno prevedibili della missione è dato proprio dal non sapere dove il pallone ricadrà una volta esploso in volo. «Il pallone ha un diametro di circa sei-sette metri - spiega Polotto - che prima di esplodere si gonfierà fino a circa quindici. Non possiamo pilotare la sonda ma grazie a un sistema Gps incorporato potreno seguirlo per andare a recuperarlo. Due anni partì a Milano e finì a Novara. Dipende molto dalle correnti, speriamo di essere fortunati e di non dover fare tropppa strada».

Il sito della missione

È tutto pronto, dunque, per questo insolito e suggestivo esperimento. La prima pizza spaziale. E la domanda che in molti si pongono non è troppo scientifica: quali ingredienti avrà? «Rigorosamente Margherita». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Covid, Lombardia verso l'entrata in "zona gialla": cosa cambia

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

  • Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

  • Giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa salatissima

Torna su
LeccoToday è in caricamento