rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
il bilancio / Mandello del Lario

Mandello e Abbadia, il sacco rosso parte a rilento: lo ha usato un cittadino su due

Bilancio della rivoluzione scattata il 7 novembre: livello di sacchi conformi sotto il 50%, in particolare per le utenze non domestiche. "Questa volta ritirati tutti, da settimana prossima vietato sbagliare"

A Mandello e Abbadia la rivoluzione del sacco rosso è partita in maniera "morbida". Come, forse, era preventivabile alla vigilia. Dal 7 novembre nei due comuni confinanti del lago è stata introdotta la misurazione puntuale per il conferimento dell'indifferenziato, che ha sostituito il precedente sacco nero o trasparente. Un'iniziativa, in collaborazione con l'ente gestore del servizio, Silea, per uniformarsi ai numerosi enti locali che già hanno introdotto il cambiamento.

Come è partita questa attesa rivoluzione (pubblicizzata ormai da mesi e anticipata con la consegna, scattata già in estate, dei sacchi rossi per ciascuna famiglia)? Almeno nei numeri in maniera negativa. Sono ancora molti infatti i cittadini (e le aziende) che non hanno effettuato l'esposizione dei sacchi in maniera corretta, anche se le Amministrazioni per ora si comportano in maniera piuttosto comprensiva (ma, vien da sé, la pazienza durerà lo spazio della transizione iniziale).

"Sconti" di breve durata

A Mandello, informa il sindaco Riccardo Fasoli, la percentuale di chi ha esposto il sacco in maniera corretta è sotto il 50%. "Male, ma avevamo dato ampia comunicazione che per questa volta sarebbe stato possibile mettere fuori anche il trasparente - spiega - Quindi la gente ne ha approfittato. Si tratta però di una concessione valida solo per il 7 novembre. Da lunedì prossimo non sarà possibile sbagliare, i sacchi non conformi verrano lasciati per strada. Al mercoledì faremo un giro di pulizia con controlli per cercare di risalire al proprietario del sacco ed emettere le relative sanzioni. L'intenzione è abbandonare il 'secondo giro' dopo un paio di settimane".

La responsabilità, come giusto e annunciato in fase di promozione dell'iniziativa, ricadrà tutta sul cittadino. "Lo dico con dispiacere, con rischi per il decoro pubblico - prosegue Fasoli - So che andremo incontro alle solite e inutili polemiche, ma ricordo che il problema non è di chi non pulisce le strade, bensì del cittadino che non fa le cose per bene ma che è stato avvisato in ogni modo e con largo anticipo. Tutti devono partecipare a rendere il paese migliore".

Ad Abbadia Lariana, a fronte dei controlli effettuati nel primo giorno di raccolta puntuale, è emerso come circa due utenze domestiche su tre abbiano esposto correttamente il sacco rosso, mentre le restanti hanno continuato a esporre sacchi di altra tipologia. Dunque oltre il 30% delle famiglie non ha rispettato le nuove norme. Oltre il 50% delle utenze non domestiche invece ha esposto sacchi di diversa tipologia rispetto al sacco rosso.

"Nonostante ciò - spiegano dall'Amministrazione comunale - sono stati raccolti tutti i sacchi al fine di permettere alle utenze di abituarsi al nuovo servizio mantenendo il decoro urbano. Si raccomandano gli utenti di esporre solo il sacco rosso (o eventualmente il sacco azzurro per i pannolini e i presidi igienici) nel prossimo giorno di raccolta, lunedì prossimo".

Novità per animali domestici

Ad Abbadia, con l'introduzione del sacco rosso, c'è da segnalare una grossa novità al Centro di Raccolta di Via Per Novegolo: un bidone rosso per conferire la lettiera degli animali domestici. Gli orari saranno i seguenti: mercoledì dalle ore 8 alle ore 12, sabato dalle ore 8 alle ore 12 e dalle ore 13.15 alle ore 15.15.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandello e Abbadia, il sacco rosso parte a rilento: lo ha usato un cittadino su due

LeccoToday è in caricamento