rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Notizie

Torna la sagra dei crotti: tanti itinerari del gusto all'insegna della tradizione

Una ghiotta occasione per una gita fuori porta che richiama ogni anno anche tanti lecchesi. Le date 2023

Due weekend consecutivi, quelli di inizio settembre, graditi ritorni, interessanti novità e nove itinerari: per l'edizione 2023 la Sagra dei Crotti si presenta con una proposta arricchita in tutte le sue componenti. Più crotti aperti, più percorsi Andèm a Cròt e un'offerta gastronomica ampliata. Musica, sport e intrattenimento, per adulti e bambini, completeranno l'esperienza immersiva e coinvolgente della visita ai crotti e della degustazione dei piatti della tradizione e dei prodotti tipici della Valchiavenna. Un evento che richiama ogni anno anche tanti lecchesi e che rappresenta un'ottima occasione per una gustosa gita fuori porta, a pochi chilometri dal confine con la provincia di Lecco.

I 9 itinerari, con una novità

Tra i nove itinerari, quattro cittadini, tre di trekking e due in bicicletta, muscolare uno, elettrica l'altro, emerge quello inedito, denominato "Loreto", che si sviluppa sulla sponda orografica destra della valle. Unico e peculiare, poiché chi lo sceglierà riceverà uno speciale kit composto dalla sacca ufficiale dell'evento, con tagliere e salamino. Un aspetto che distingue la Sagra dei Crotti è la partecipazione dei volontari che aprono i crotti e accolgono i visitatori, che si unisce alla collaborazione tra enti pubblici, associazioni e operatori privati riuniti nel Comitato Sagra dei Crotti.

Enogastronomia e non solo

"Anche per questa edizione - spiega il presidente Andrea Sorrenti - possiamo contare su uno straordinario gruppo di volontari che si è ulteriormente infoltito. Con grande piacere registriamo il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di associazioni, a conferma di quanto sia sentito l'evento per la comunità della Valchiavenna. Oltre l'enogastronomia, oltre il grande afflusso di turisti, emerge l'importanza di un momento di unione e di condivisione, la vera essenza dell'ospitalità incarnata dai crotti. Oltre ai volontari - prosegue il presidente Sorrenti - abbiamo al nostro fianco gli enti pubblici e tanti sponsor privati che hanno voluto legare il loro marchio alla Sagra dei Crotti".

I gustosi piatti tipici

Alla Sagra dei Crotti sarà come sempre possibile gustare i piatti tipici della tradizione Valchiavennasca come i famosi gnocchetti di Chiavenna, la brisaola della Valchiavenna, carne e verdure alla pioda, i biscottini di Prosto e la deliziosa torta fioretto. Ma cosa sono e come si formarono i crotti? Chiavenna sorse su una grande frana, staccatasi in epoca remotissima dal versante sud. I massi fermatisi sul pendio e sul piano diedero origine ai crotti.

Bresaola, gnocchetti e patate alla piotta.

Tra gli spiragli di tali massi (“sorei”) soffia una corrente d’aria a temperatura costante, sia d’estate che d’inverno, intorno agli 8°C, risultando perciò tiepida d’inverno, fresca d’estate. Queste cavità, da non confondersi con le normali cantine, sono ottime per la conservazione e la maturazione del vino e di altri prodotti gastronomici tipici. Attorno ai “sorei” i chiavennaschi edificarono piccole costruzioni con saletta e camino dove, ancora oggi, ci si da convegno in allegre compagnie per degustare i prodotti locali. 

Il programma

Il programma è già definito e non rimangono che gli ultimi dettagli per completare l'organizzazione di una manifestazione bella, lunga e impegnativa: si inizia sabato 2 settembre alle ore 10, a Santa Maria, con l'inaugurazione alla presenza della Musica Cittadina di Chiavenna, e si prosegue fino alle due del mattino. Si ricomincia alle ore 10 della domenica per terminare alle ore 20. Il fine settimana successivo si replica a partire da sabato 9 settembre, ancora dalle ore 10 alle 2 del mattino per concludere la domenica alle ore 20.

Prenotazioni già aperte

L'afflusso, soprattutto di persone provenienti da fuori provincia, è in progressivo aumento e a certificarlo sono le prenotazioni per i percorsi Andèm a Cròt, già aperte sul sito internet www.sagradeicrotti.it. I posti sono limitati e chi vuole scegliere itinerario, giorno e ora deve farlo in anticipo. Gli itinerari propongono partenze in orari diversi fra le 11 del mattino e metà pomeriggio: ciascuno ha peculiarità, proposte culinarie, modalità e tempi di percorrenza diversi a soddisfare le esigenze di tutti, mantenendo alta la qualità dell'offerta complessiva.

"Crediamo di aver allestito un programma ancora più ricco rispetto agli anni precedenti - conclude il presidente Sorrenti - prestando maggiore cura ai diversi itinerari, anche grazie all'adesione di nuove associazioni e all'apertura di altri crotti. Ciò che più ci sta a cuore è proporre una Sagra dei Crotti in linea con la tradizione e insieme innovativa, manifesto del nostro territorio, aperta alla partecipazione di chi apprezza lo spirito che da sempre contraddistingue l'andare a crotto, di chi vuole scoprire la nostra valle o approfondirne la conoscenza".

Crotti e tradizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la sagra dei crotti: tanti itinerari del gusto all'insegna della tradizione

LeccoToday è in caricamento