rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Notizie

Salta lo psicologo di base in Lombardia: "Affossato da destra e sinistra"

La denuncia del Terzo polo, tra i promotori della proposta di legge. Carretta: "Noi gli unici a volerlo, tra chi è dilaniato e chi promette tutele della salute per poi tradire la fiducia dei cittadini"

Il progetto di legge regionale sulla Psicologo di base salta, il Terzo polo - tra i promotori - tuona: "Boicottaggio di destra e sinistra".

Il consigliere regionale Niccolò Carretta, capogruppo del Terzo Polo in Consiglio regionale (Azione, Italia Viva, Lombardia Civica 3.0), tuona contro Fratelli d'Italia, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e +Europa per non essersi presentati in Commissione Sanità riconvocata d'urgenza per salvare il Progetto di Legge sullo Psicologo di Base affossato la settimana scorsa dalla maggioranza.

"Una pagina triste e un comportamento, quello di Fdi, Pd, 5 Stelle e +Europa, vergognoso - spiega - Il Terzo Polo, rappresentato da Elisabetta Strada in Commissione è, a questo punto, l'unica forza politica a volere davvero lo Psicologo di Base in Lombardia. Eravamo riusciti a bloccare il blitz della Maggioranza ottenendo la riconvocazione della Commissione Sanità per salvare il Pdl sullo Psicologo di Base e oggi la sinistra fa squadra con Fdi scoprendo la maschera e per mero opportunismo elettorale fa saltare tutto. Per quanto mi riguarda - commenta Carretta - se nemmeno domani (martedì, ndr) riusciremo a portare a casa il provvedimento, le responsabilità saranno chiarissime e condivise tra destra e sinistra: una destra dilaniata da tensioni interne e una sinistra sempre più opportunista, che si riempie la bocca di tutele ai cittadini e poi volta loro le spalle nel momento più importante".

"Dopo aver lavorato con psicologi, tecnici e professionisti un anno e mezzo, rischiamo di buttare tutto all'aria per la seconda volta a causa di una sinistra sempre più zerbino dei 5Stelle e sempre più lontana dalle esigenze dei cittadini, proprio quando eravamo riusciti a far pervenire delle proposte tecniche di modifica della legge da parte della Dg welfare mantenendo sempre 12 milioni di euro all'anno per finanziare il nuovo servizio. Per chi si chiede ancora - conclude Carretta - perché il Terzo Polo andrà da solo alle elezioni regionali, credo che oggi abbia avuto l'ennesima riprova su chi lavora davvero per una Regione diversa e chi, invece, guarda soltanto al proprio tornaconto elettorale".

Il M5S: "Mancano le coperture"

"Nel disinteresse della maggioranza, le cui assenze hanno fatto mancare in Commissione il numero legale, il centrodestra ha affossato il progetto di legge relativo allo 'Psicologo delle cure primarie'. Viene confermata l'inconsistenza della proposta di Forza Italia e Azione, bravi ad apparire durante le conferenze stampa di presentazione meno a scrivere le leggi - spiega Gregorio Mammì, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e segretario della Commissione Welfare - Inconsistenza peraltro già rilevata dalla commissione Bilancio, che la scorsa settimana aveva esplicitato la mancanza delle coperture finanziarie per il progetto di legge".

E aggiunge: "Con un maxiemendamento, presentato solamente sei minuti prima dell'avvio dei lavori, Azione e Forza Italia hanno provato, attraverso un accordo al ribasso, a forzare la mano della Commissione. Se non fosse mancato il numero legale sarebbero stati pronti a procedere con un progetto di legge vuoto e privo di coperture finanziarie, dimostrando ancora una volta quanto per loro sia più importante apparire, piuttosto che offrire servizi e risposte concrete ai cittadini. Ribadiamo ancora una volta che un tema importante e delicato come questo, non può essere affrontato in questa maniera" conclude il consigliere 5 stelle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta lo psicologo di base in Lombardia: "Affossato da destra e sinistra"

LeccoToday è in caricamento