Martedì, 18 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvini agli studenti lecchesi: «Un Codice rosso per tutelare le donne»

Al Concerto antiviolenza promosso dall'assessore regionale Piani il ministro dell'Interno incontra oltre 500 ragazzi di 24 istituti superiori. E lancia una proposta

«Sono qui con voi, oggi, per dire ad alta voce "no" alla violenza di genere. E questo "no" che parte da Palazzo Lombardia deve diventare quello di tutta la società. Come Governo regionale vogliamo essere al fianco di tutti coloro che lottano per prevenire ogni tipo di violenza».

Lo ha dichiarato il presidente Attilio Fontana introducendo il Concerto antiviolenza promosso dall'assessore alla Famiglia, Genitorialità e Pari opportunità Silvia Piani in piazza Città di Lombardia che ha coinvolto centinaia di ragazzi delle scuole lombarde e a cui ha partecipato anche il ministro dell'Interno, Matteo Salvini.

L'assessore: «Aiutate le vostre donne a realizzare i loro sogni»

L'assessore Piani, salutando calorosamente i giovani e le scuole che hanno aderito all'iniziativa «accogliendo con entusiasmo il nostro invito per lanciare con noi lo stesso forte messaggio», ha lanciato un messaggio alle ragazze: «Non accontentatevi - ha detto - seguite i vostri sogni, cercate sempre finché non trovate un lui che vi sostenga. Non accettate mai nessun tipo di violenza fisica e psicologica». E allo stesso tempo ha rivolto un caloroso invito ai ragazzi affinchè rispettino la propria donna «aiutandola a realizzare i suoi sogni e i suoi desideri».

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, si è concesso ai selfie di decine e decine di ragazzi e ragazze prima dell'esibizione di "Drum Theatre" e "JC band" davanti a oltre 500 studenti provenienti da 24 istituti superiori di Bergamo, Lecco, Milano, Monza Brianza, Pavia e Varese.

«Le segnalazioni dettagliate dovranno avere la priorità»

«Mi propongo di portare in Consiglio dei ministri - ha detto - prima che sia troppo tardi, la proposta per creare un "codice rosso" per le donne, come avviene nei pronto soccorso per i casi gravi, e che i magistrati possono applicare ai fascicoli sulle denunce di stalking e di violenza contro le donne. Anzi, segnalazioni dettagliate e approfondite dovranno avere la priorità assoluta, perché di donne ferite, sfregiate con l'acido o ammazzate ne abbiamo contate anche troppe».

Si parla di

Video popolari

Salvini agli studenti lecchesi: «Un Codice rosso per tutelare le donne»

LeccoToday è in caricamento