menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento delle premiazioni

Un momento delle premiazioni

San Nicolò: consegnate le civiche benemerenze per il 2018

Assegnati al gruppo Geo, a Giovanni Leoni e Giuseppe Scaioli i tradizionali riconoscimenti in occasione delle celebrazioni per il santo patrono. Brivio: «Ritroviamo il noi e non l'io»

Si sono svolte questa mattina a Lecco le celebrazioni per il patrono San Nicolò. Dopo la santa messa alla Basilica di San Nicolò, officiata dal prevosto Monsignor Davide Milani, ci si è spostati in Sala Ticozzi per la cerimonia di consegna delle Civiche Benemerenze e il discorso del sindaco Virginio Brivio alle città gemellate con Lecco.

Particolare attenzione è andata, come ogni anno, alle Benemerenze assegnate dal Comune di Lecco. Per il 2018 le hanno ricevute il Gruppo Età d'Oro (GEO) dei Seniores del Club Alpino Italiano di Lecco - sezione "Riccardo Cassin", che da 28 anni favorisce - in modo volontario - l'approccio delle persone adulte al mondo dell'escursionismo, della montagna e della natura attraverso iniziative culturali, ambientali e di inclusione sociale; Giovanni Leoni, fondatore nel 1985 dell'associazione onlus La Goccia per il tempo libero delle persone diversamente abili e delle loro famiglie; Giuseppe Scaioli, maestro e fondatore del Coro Grigna con oltre 1.500 concerti diretti in Itali e all'estero, attuale direttore del Coro dell'Università degli Anziani di Lecco.

Festa di San Nicolò 2018: il programma completo

Nel suo intervento il sindaco Virginio Brivio, dopo i saluti di rito, ha puntato particolarmente sul concetto di "comunità": «non ce la regala nessuno ma è una conquista quotidiana che deve puntare a recuperare le ragioni stesse del nostro stare insieme. Oggi lo stesso comune è chiamato ad essere promotore di quei valori che vengono prima degli interessi, che vengono prima degli equilibri, che vengono prima di una pura aspra dialettica politica e sociale: sono quei valori che affondano le loro ragioni nella prima parte della costituzione italiana e che chiamano a costruire anzitutto alleanze senza pensare che nessun soggetto, nel pubblico o nel privato, sia in grado da solo di raggiungere determinati obiettivi».

Brivio ha ricordato la prossima apertura della Casa della Solidarietà e della Tetrza età a San Giovanni, in cui Auser e Anteas avranno la possibilità di effettuare azioni concrete a favore degli anziani del territorio: «Un esempio concreto di come tenere insieme legittime esigenze del gruppo in una visione comune e una risposta condivisa ai bisogni della città». Il sindaco si è poi rivolto ai giovani, asupicando che l'area Ex Piccola velocità possa diventare un luogo di aggregazione, sportive e culturali e non solo.

«A Lecco c'è tanta Europa»

Infine un passaggio sull'Europa. «Occorre recuperare le ragioni e l'anima dell' Europa, dello stare insieme di popoli diversi, anche a partire dai territori, da progettualità che già ci sono e che forse vanno riscoperte - ha spiegato Brivio - Io credo che già ora a Lecco c'è tanta Europa se penso alle nostre imprese, se penso a tanti progetti europei delle pubbliche amministrazioni, se penso a tanti studenti che completano in paesi europei la loro formazione, alle attività di studenti e ricercatori presso il politecnico e gli altri istituti di ricerca, al comitato gemellaggi nato 40 anni fa in un contesto diverso, di speranze ma anche di frontiere da superare».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento