Santa Maria Hoè: domenica si inaugura via Don Carlo Turrini

La via delle scuole Ronchetto prenderà il nome del sacerdote che operò in paese dal 1978 al 2009. Il sindaco Brambilla: «A conclusione il progetto: a lui già dedicati il parco e la pista»

L'inaugurazione del parco Don Carlo Turrini a maggio

Santa Maria Hoè inaugura la via dedicata al suo storico parroco, che prestò servizio pastorale dal 1978 al 2009. L'occasione coinciderà, domenica 15 settembre, con la Festa del paese, domenica dopo la messa delle ore 11. La via delle scuole Ronchetto prenderà il nome del sacerdote Don Carlo Turrini.

Santa Maria Hoè, un parco ricorda il parroco Don Carlo Turrini

«In questi ultimi anni - spiega il sindaco Efrem Brambilla Abbiamo già intitolato a Don Carlo Turrini il parco Pubblico antistante le scuole, che comprende la Pista e il parchetto in cui si trova anche la Baita sede degli Alpini della Sezione San Genesio ed il salone dell'infanzia Gorizia (quest'ultimo su proposta del Cda della scuola stessa). Con l'intitolazione di domenica termineremo questo progetto. Questi luoghi frequentati dai più piccoli contribuiranno a mantenere vivo il ricordo di don Carlo presso le generazioni future e tra i più giovani che purtroppo non hanno avuto la fortuna di conoscerlo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Riuscì a dare senso di appartenza alla comunità»

«In 32 anni alla guida della parrocchia di Santa Maria Hoè, Don Turrini ha saputo trasmettere senso civico e creare senso di appartenenza alla comunità, dando una forte identità al nostro paese: ci faceva sentire parte di un tutto, di una collettività e di una famiglia. Anche quando ha lasciato la parrocchia ha continuato a seguire ognuno di noi, il suo "slancio" si vede ancora oggi nelle persone e la sua impronta è rimasta in paese. Per i cittadini di Santa Maria don Carlo non è stato solo un parroco, don Carlo era tutti noi. In futuro, accedendo a questi luoghi, ci piacerebbe che i più giovani si domandino chi era don Carlo, chiedendolo ai propri genitori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Segnalati numerosi casi di "dermatite del bagnante" dopo tuffi al lago: ecco cos'è

  • Varenna, protagonista su Rai Uno, diventa il paese dell'amore

  • Ubriaco, si lancia nel lago con la jeep: 36enne salvo per miracolo

  • In visita a Varenna, Vittorio Sgarbi conquistato da Villa Monastero

  • Dramma nel lago: 40enne trovato morto a Fiumelatte

  • Segnalata una canoa ribaltata nel lago sotto il diluvio: ricerche a Mandello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento