rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Giorno nero? / stazione

Arriva un altro sciopero a Lecco: occhio ai disagi

Ferrovieri (e non solo) coinvolti nella mobilitazione nazionale. Trenord non prevede interruzioni

Arriva un altro sciopero nel Lecchese. Venerdì 22 aprile è il giorno scelto dal sindacato "Al Cobas" per un'agitazione nazionale che coinvolgerà i lavoratori di tutte le categorie pubbliche e private. I maggiori disagi, come sempre, rischiano di verificarsi nel settore dei trasporti, con i treni regionali che potrebbero fermarsi a Lecco e nel resto della Lombardia. 

I dipendenti di Trenord, ha fatto sapere l'azienda in una nota, potranno scioperare dalla mezzanotte alle 21 del 22 aprile. I problemi per i pendolari comunque dovrebbero essere contenuti: "Considerando i dati di adesione in analoghe e precedenti proclamazioni, non si prevedono interruzioni alla circolazione ferroviaria in Lombardia", hanno sottolineato dalla società. Pur ammettendo che "potranno invece verificarsi sporadiche cancellazioni di treni che saranno tempestivamente comunicate".

Nella stessa giornata, per tutte le 24 ore, potranno incrociare le braccia i lavoratori del compartimento aereo e di Autostrade, dalle 22 del 21 alle 22 del giorno successivo. Nessun problema, invece, per i mezzi di Atm - metro, autobus e tram - a Milano, dove tanti lecchesi lavorano o studiano, con il Tpl che non sarà coinvolto nell'agitazione. 

È stata la stessa "Al Cobas" a spiegare le ragioni di uno sciopero indetto contro "il nemico" che è "in casa nostra". Il sindacato di base dice "no all’invio di armi all'Ucraina", "no allo stato di emergenza e ai costi dell’economia di guerra scaricati sulle nostre spalle", "no agli aumenti su benzina, Enel gas e generi di prima necessità", "no ai decreti e provvedimenti che di sanitario non hanno nulla come le restrizioni, il green pass obbligatorio e la negazione al reddito per gli ultra cinquantenni" e chiede che "le bombe atomiche della Nato" vengano portate "fuori dall’Italia". "È ora - l'appello del sindacato - che i lavoratori di ogni settore insieme a chiunque viva del proprio lavoro facciano sentire la propria voce contro i rincari dei prezzi e contro la guerra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva un altro sciopero a Lecco: occhio ai disagi

LeccoToday è in caricamento