rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Il caso / Caleotto / Via Arlenico, 38

Arlenico-lavoratori, scoppia il caso: “L'azienda ci deve rispettare”

Venerdì 15 luglio si terrà uno sciopero lungo otto ore per turno: le motivazioni dei dipendenti

Otto ore di sciopero per accelerare la discussione sul rinnovo del contratto aziendale. All'interno dell'Arlenico Spa, storica azienda controllata al 100% da Caleotto Spa che svolge il ruolo produttivo di trasformazione attraverso il processo di laminazione a caldo di billette di acciaio, scoppia l'insoddisfazione dei lavoratori: “Da mesi procede, senza sostanziali passi in avanti, la discussione per il rinnovo” del sopracitato documento, come spiegato da Rsu, Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, sigle sindacali coinvolte.

Nel frattempo, “ai lavoratori è stato richiesto ogni possibile sacrificio dei propri tempi di vita per rispondere alle schizofreniche esigenze produttive dell’azienda. Come sempre, con grande responsabilità, non si sono tirati indietro - spiegano ancora i rappresentanti delle organizzazioni sindacali -. Le questioni su cui si è interrotta la discussione al tavolo della trattativa sono essenzialmente due: da un lato, l’azienda rivendica la necessità di mantenere, dentro l’impianto premiale, un parametro che penalizza i lavoratori nel caso in cui si verifichino infortuni. Dall’altra, l’azienda cerca di usare l’elemento economico per obbligare i lavoratori a garantire la massima flessibilità obbligatoria dell’orario di lavoro”.

“L'Arlenico ci deve dare rispetto”

“Noi pensiamo che la cultura della sicurezza sia un valore assoluto e che debba essere garantita e sostenuta piuttosto attraverso investimenti, formazione e meccanismi che comunque non penalizzino i lavoratori - prosegue la nota -. La flessibilità non può essere una pura imposizione. Noi non ci sottraiamo, e non ci siamo mai sottratti, a discutere dell’organizzazione del lavoro in Arlenico. Non accettiamo però da parte dell'azienda che il metodo di confronto sia quello di imporre, con ogni mezzo, tempi, modalità e contenuti della discussione. L’azienda ci deve ascoltare, perché i contratti si fanno in due. L’azienda deve portare rispetto ai lavoratori”.

Come spiegato in apertura, la Rsu di Arlenico Spa e le sigle sindacali hanno proclamato lo sciopero di 8 ore per turno, nella giornata di venerdì 15 luglio, con presidio dinanzi ai cancelli dell'azienda che si affaccia sull'omonima via lecchese del Caleotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arlenico-lavoratori, scoppia il caso: “L'azienda ci deve rispettare”

LeccoToday è in caricamento