rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Il caso

Venti euro per caffè e bottiglia d'acqua: lo sfogo lecchese è virale

Una nostra concittadina è andata sull'altro ramo del Lario e si è trovata l'amara sorpresa

Sta facendo parecchio discutere. Parliamo dello scontrino postato da una lecchese sui social network passata nel fine settimana sull'altro ramo del lago di Como: 20 euro per una bottiglia d'acqua da 750 ml e un caffè doppio consumati nel cuore del centro storico dell'altro capoluogo lariano, 10 euro per un prodotto e altrettanti per l'altro. “Ma siamo a Como o a Capri?” si è chiesta la nostra concittadina, postando la fotografia dello scontrino.

Venti euro per caffè e brioche

E non è l'unico caso del fine settimana. Uno molto simile è raccontato dai colleghi di QuiComo.it: sempre venti euro, ma questa volta per due caffè e altrettante brioches. La segnalazione arriva da una nostra lettrice che, scontrino alla mano, ha fatto vedere quanto ha pagato lo scorso sabato in un locale centralissimo. 

"Se tu l'avessi preso a Cinisello Balsamo vista tangenziale forse l'avresti pagato 1,50”, scrivevano lo scorso anno per una discussione simile. “La volete capire che nei posti belli si paga anche la vista? Chi gestisce il locale e magari deve pagare l'affitto lo paga con le tariffe di un vista lago, non con quelle di Cinisello Balsamo vista tangenziale!". C'è però anche qualcuno che difende il consumatore e fa due calcoli in proporzione: "Quindi in proporzione 5 euro un caffè, 12 euro un panino, 36 euro un bicchiere di vino?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venti euro per caffè e bottiglia d'acqua: lo sfogo lecchese è virale

LeccoToday è in caricamento