Giovedì, 23 Settembre 2021
Notizie Dervio / Via Santa Cecilia, 1

"Oggi a me, domani a te": a Dervio rinascono le scritte dei tempi della Peste

Sulla facciata della chiesetta di Santa Cecilia, sorta dove un tempo era presente il lazzaretto, ripristinate le due frasi storiche. Cassinelli: «Ascoltate le richieste dei cittadini»

«Con immensa soddisfazione riportiamo alla luce un pezzo di storia del nostro paese. Da tanti anni c'era amarezza per la scomparsa delle scritte storiche sulla chiesetta di Santa Cecilia ma grazie alla collaborazione di diverse persone e all'impegno dell'Amministrazione oggi sono stati conclusi gli interventi di riqualificazione».

A Dervio un concorso fotografico dedicato all'ambiente montano

Così il sindaco di Dervio, Stefano Cassinelli, si è espresso al termine dei lavori realizzati con maestria dal decoratore Demis Valsecchi di "Star Decor" sulla facciata della storica chiesetta sorta dove vi era il lazzaretto dei tempi della peste. Il decoratore ha riprodotto con stessi caratteri e grafica i teschi e le scritte da un'immagine degli anni Trenta ritrovata da Angelo Cassinelli (nella foto sotto).

"Siamo stati come voi - Sarete come noi"

Le scritte originali riprodotte recitano "Oggi a me - Domani a te" e "Siamo stati come voi - Sarete come noi". Questa seconda scritta, nella versione più recente cancellata durante i lavori di tinteggiatura svariati anni fa, recitava "eravamo come voi - sarete come noi" ma si è deciso di utilizzare quella più antica. «Tanti cittadini, da tanti anni, chiedevano di ripristinare le scritte che caratterizzavano la chiesetta e siamo felici di aver raggiunto questo risultato dopo tanti mesi di impegno - prosegue Cassinelli - Voglio ringraziare Demis Valsecchi per il lavoro di eccezionale qualità realizzato, Angelo Cassinelli per la ricerca storica e il parroco don Andrea Molteni che ha dato il permesso al Comune di portare avanti questo progetto. Questa sinergia ha prodotto qualcosa di bello per l'intera comunità e soprattutto qualcosa che quelli con qualche anno in più ricordano con grande affetto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oggi a me, domani a te": a Dervio rinascono le scritte dei tempi della Peste

LeccoToday è in caricamento