rotate-mobile
Notizie Piazza Armando Diaz

I cittadini segnalano i problemi: a Lecco ancora 98 richieste da esaudire

Sul portale Lecco Partecipa click sono visibili le segnalazioni eseguite da giugno in avanti

A buttare una rapida occhiata alla mappa, sono i rioni alti di Lecco quelli dai quali arrivano le maggiori richieste d'intervento. Ma nella sola, e spesso dimenticata, Chiuso se ne contano ben sette nel raggio di una manciata di metri. Nel complesso sono ben 98 le segnalazioni ancora aperte sul portale Lecco Partecipa click, aperto otto anni fa e in grado di raccogliere migliaia d'istanze dei residenti nella città capoluogo. 

Molto gettonata la tematica dei rifiuti, soprattutto da quando sono entrati in vigore misurazione puntuale e sacco rosso, ma anche i problemi legati alla viabilità, al cattivo funzionamento dell'arredo urbano o alla gestione delle aree verdi si sprecano: il centinaio scarso di segnalazioni, alle quali l'operatore ha l'impegno-obbligo di rispondere “entro 5 giorni”, affonda le radici al 7 giugno e la gran parte di queste sono segnalate come 'In Carico', ma si vede anche un buon numero di queste indicate come 'In Lavorazione' (“Quando l'operatore che ha ricevuto in carico la segnalazione inizierà a lavorarla, lo stato verrà impostato su "In Lavorazione"”.)

mappa segnalazioni lecco settembre 2021-3

«Forte bisogno di piccole manutenzioni»

Il portale era stato citato giusti lo scorso 3 giugno, giorno "zero" del progetto legato ai cantonieri di comunità: «Cura è una parola che abbiamo utilizzato e utilizziamo - spiegò allora Maria Sacchi, assessore ai lavori pubblici -: c’è un forte bisogno di piccole manutenzioni, soprattutto in un rione periferico come quello di Chiuso. Il territorio da coprire è tantissimo, bisogna pensare anche ai sentieri urbani che sono sconosciuti ai più. I cantonieri di comunità vivono all’interno dei rioni e saranno coordinati da una figura che sarà in relazione con gli uffici comunali, il progetto permette di essere sul pezzo. Non bisogna generare grandi aspettative, ma penso che questa cosa funzionerà molto; spero che si possano abbassare il numero di segnalazioni che arrivano con Urban Click».

Lecco Partecipa click: cos'è e come funziona

Il programma per presentare online segnalazioni e reclami rinnovato nella grafica e in alcune funzioni, in modo da agevolarne l’uso a cittadini e operatori comunali.

Rilasciato nel 2013 per garantire ai cittadini un canale semplice e trasparente per presentare segnalazioni, reclami o suggerimenti al Comune, il programma web è stato rinnovato a luglio 2021 dai tecnici informatici comunali sia dal punto di vista grafico che funzionale.

Queste le principali modifiche apportate al programma:

  • nuova suddivisione delle aree tematiche delle segnalazioni (tipo di problema), anche per favorire la presa in carico da parte dell'ufficio comunale competente
  • migliore compatibilità d’uso con i dispositivi mobili (cellulari, tablet) 
  • restyling dell’interfaccia grafica, più attuale e intuitiva rispetto alla versione del 2013
  • ricerca delle segnalazioni per anno
  • possibilità di agganciare la posizione geografica allo stradario comunale e quindi al rione cittadino in cui si rileva il problema segnalato
  • miglioramento delle funzioni di protezione dati personali, sia per i testi inseriti dal segnalante sia per gli eventuali allegati non corretti (immagini con dati identificativi…).

È confermato l'impegno-obbligo degli operatori comunali di rispondere al cittadino entro 5 giorni, anche se la risposta non sempre può corrispondere alla risoluzione del problema segnalato.
A questo proposito, oltre alla notifica immediata della segnalazione approvata e assegnata, gli uffici ricevono un riepilogo settimanale delle segnalazioni ancora aperte (“in carico” e “in lavorazione”).

In sintesi, la piattaforma web rinnovata ne favorisce l’uso sia ai cittadini sia agli operatori dei servizi comunali.
Questa iniziativa conferma il ruolo di collaborazione civica e di partecipazione dei cittadini, per migliorare la gestione della cosa pubblica e la vita della comunità.

Non solo, il programma così rinnovato, trattandosi di soluzione di riuso open source, è disponibile per tutti i comuni aderenti al Centro Servizi Territoriale (CST) della Provincia di Lecco che volessero usarla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cittadini segnalano i problemi: a Lecco ancora 98 richieste da esaudire

LeccoToday è in caricamento