menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando 2019 servizio civile universale: finanziati i progetti della Provincia di Lecco

Nel territorio verrà richiesta l'attivazione di 13 volontari nei progetti "Parco Monte Barro: la resilienza nel verde" e "Dai giovani segnali per il futuro e per una comunità resiliente"

Lo scorso 11 dicembre il Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, ha reso nota la graduatoria definitiva dei progetti finanziati di Servizio civile universale relativi al bando ordinario 2019.

Il programma di intervento presentato dalla Provincia di Lecco in co-partenariato con l'ente Parco Nord Milano, nell'ambito del Patrimonio Ambientale e riqualificazione urbana, denominato "Take care: responsabili del nostro futuro", approvato con 80,5 punti, ha ottenuto il finanziamento.

Nel territorio lecchese verrà richiesta l'attivazione di 13 volontari nei due progetti:

  • Parco Monte Barro: la resilienza nel verde - Sede e volontari: Parco Monte Barro 5
  • Dai giovani segnali per il futuro e per una comunità resiliente: sicurezza, territorio, ambiente, protezione civile - Sedi e volontari: Provincia di Lecco, Protezione civile 4; Comuni di Introbio 1, Moggio 1, Pasturo 1, Primaluna 1

Il bando di selezione dedicato ai giovani interessati a svolgere l'esperienza di Servizio civile verrà pubblicato entro fine anno.

Necessario lo Spid

Per partecipare al bando occorrerà avere a disposizione l'identità digitale; i giovani tra i 18 e i 28 anni che vorranno presentare domanda dovranno infatti utilizzare lo Spid per accedere alla piattaforma on-line Dol, lanciata lo scorso anno per consentire una candidatura più veloce, semplice e trasparente.

Pertanto, è importante che tutti i giovani interessati si attivino sin da subito per acquisire la propria identità digitale, così da essere pronti quando sarà pubblicato il bando.

Lo Spid è il sistema unico di identità digitale che permette di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica identità digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

L'utilizzo dello Spid è gratuito, così come la sua richiesta, ma se si decide di farlo con il riconoscimento via webcam gli operatori potrebbero richiedere il pagamento per questo servizio aggiuntivo.

In concomitanza con l’uscita del bando di selezione, la Provincia di Lecco, insieme al Comune di Lecco, organizzerà un evento informativo aperto al pubblico in modalità on line per permettere ai referenti degli enti locali di presentare direttamente ai ragazzi i progetti, rispondendo anche a eventuali domande e curiosità rispetto al bando e ai progetti attivi in provincia di Lecco. Sarà disponibile anche una guida ai progetti di servizio civile, costituita da una parte introduttiva generale e dalle schede dei progetti sul territorio provinciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento