Chiuso. Lunedì 27 parte il cantiere del sottopasso di Rivabella

Soddisfatti per l'avvio di un cantiere alla cui concretizzazione lavoriamo da anni

Punto di svolta per il sottopasso di Rivabella: lunedì 27 maggio partiranno i lavori per la realizzazione dell’opera fortemente voluta dall’amministrazione comunale di Lecco. Il manufatto, che troverà spazio accanto al vecchio passaggio a livello soppresso, insiste principalmente su aree di proprietà di RFI, a cui fanno capo i lavori di progettazione, appalto e realizzazione dell'intervento a fronte del protocollo siglato con il Comune di Lecco nel 2017.

Un progetto, tanti rallenamenti

Rivabella: al via i lavori per illuminare il sovrappasso ciclopedonale

Da allora il progetto aveva subito un primo rallentamento quanto si era reso necessario intervenire sul campo con test e simulazioni di manovra dei mezzi pesanti diretti alle attività produttive localizzati in fondo via Marinai d'Italia, che avevano portato a un conseguente ridimensionamento progettuale della rampa fronte lago e del suo ingombro. Una battuta di arresto era invece intervenuta alla fine del 2018 quando sulla Casa Cantoniera di via alla Spiaggia il Ministero per i beni e le attività culturali aveva posto un vincolo di interesse culturale, che di fatto ne impedì al demolizione e obbligò a riprogettare la rampa di uscita verso la parte alta del quartiere. La Giunta comunale di Lecco ha quindi approvato il progetto definitivo nel dicembre dello scorso anno, assise alla quale è seguita la conferenza di servizi indetta per evidenziare eventuali interferenze con i numerosi sottoservizi presenti (fogna, acqua, gas, telefono,...).

Opera da un milione e mezzo di euro

L'opera ha un valore complessivo di 1.424.460 euro ed è finanziata per 1 milione di euro da risorse provenienti dal "Patto per la Regione Lombardia" sottoscritto il 25 novembre del 2016 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Regione Lombardia per l’attuazione di interventi volti a promuovere lo sviluppo infrastrutturale, ambientale, economico e turistico della Regione. I restanti 424.460 euro provengono dalle casse del Comune di Lecco.

Sottopasso di Rivabella: accordo tra Comune di Lecco e RFI 

«Il lavoro fatto per arrivare prima all'accordo con RFI, che ringrazio per la collaborazione di questi anni, poi alle diverse progettazioni e infine all'individuazione delle possibili fonti di finanziamento è stato complesso e molto lungo - spiega l'assessore all'urbanistica del Comune di Lecco Gaia Bolognini -. Sono soddisfatta di quanto raggiunto perché quello che all'apparenza risulta essere un semplice sottopasso, è in realtà un'opera pubblica che si è dovuta ritagliare uno spazio ad hoc, in uno fazzoletto ridotto del territorio, con una moltitudine di elementi da considerare e salvaguardare (accessi carrabili, attività produttive, sottoservizi, ...). Come amministratori ci eravamo presi l'impegno con i residenti di Chiuso di trovare il modo di realizzare quest'opera e ricucire il quartiere, diviso in due distinte aree urbane dopo la soppressione del passaggio a livello. Ringrazio gli abitanti per la collaborazione, il confronto e la tenacia che hanno contribuito al raggiungimento del risultato».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moregallo: ritrovato il corpo senza vita dell'arrampicatore Matteo Sponza

  • Regione Lombardia riconosce cinque nuove attività storiche in provincia di Lecco

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Schianto in via Mazzini a Calolzio, motociclista soccorso d'urgenza

  • Incidenti sulla SS36 nella serata di domenica: coinvolte quattro persone

  • Statale 36: doppio incidente, traffico in tilt anche lungo la Provinciale 72

Torna su
LeccoToday è in caricamento