rotate-mobile
Primo passo / Brianza / Via Campagnola, 8

Vertenza Spreafico: prefetto e sindacati vanno d'accordo, revocato lo stato di agitazione

Da alcune settimane la protesta aveva ripreso forza dopo la proclamazione di Cgil e Si.Cobas

Su via Campagnola il clima non è ancora sereno, ma la tempesta è passata. Almeno per il momento. Il dialogo tra il prefetto Sergio Pomponio e i sindacati ha messo fine allo stato di agitazione dei dipendenti della Spreafico Francesco & F.lli S.p.a., leader nazionale nel settore della raccolta, selezione e distribuzione di frutta e verdura con sede a Dolzago. A protestare presso il sito produttivo brianzolo erano i lavoratori della logistica rappresentati dai Si.Cobas e Cgil Filcams.

Il paziente lavoro di mediazione, condotto nei giorni scorsi anche attraverso separati momenti di confronto e analisi delle questioni aperte, le organizzazioni sindacali hanno accolto la proposta formulata dal Pomponio per una positiva conclusione della vertenza che interessa oltre 110 persone.

Vertenza Spreafico: la proposta della Prefettura

La proposta, “preso atto della necessità del cambio di appalto in atto”, nonché dell’assicurazione, sollecitata dal prefetto e resa dalla committente Spreafico, “di manlevare i lavoratori da possibili disagi, economicamente valutabili, che potrebbero derivarne”, introduce una fase di transizione che durerà tre mesi, necessaria alla valutazione degli effetti del contratto con il nuovo gestore della logistica, e impegna le parti a sedersi attorno a un tavolo appositamente creato in Prefettura da convocarsi per l’inizio di ottobre allo scopo di “avviare il confronto sul percorso di internalizzazione delle maestranze”.

vertenza spreafico prefettura 29 giugno 2022-2
Un momento dell'incontro sostenuto in Prefettura

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Spreafico: prefetto e sindacati vanno d'accordo, revocato lo stato di agitazione

LeccoToday è in caricamento