rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Notizie Pescarenico / Via Gaetano Previati

Gli studenti americani "rigenerano" le sponde del Gerenzone

Dal Massachussets e dalla Pennsylvania a Lecco: il team, multiculturale e dalle competenze tecniche interdisciplinari, è stato chiamato a sviluppare idee per la rigenerazione delle sponde con un focus sul rione di Laorca, la diga del Paradone e la foce del torrente

Gli studenti americani - e quelli lecchesi - rigenerano le sponde del Gerenzone. La valle del Gerenzone, culla della tradizione industriale del nostro territorio, è stata al centro del "Workshop Responsive Urban Environment (RUE) - On Como Lake" che, dal 4 al 16 settembre, ha visto impegnati 40 studenti provenienti dalla Drexel University (Philadelfia, Pennsylvania), dal Worcester Polytechnic Institute (Worcester, Massachussetts) e dal Politecnico di Milano. Il team, multiculturale e dalle competenze tecniche interdisciplinari, ingegneria civile, edile, ambientale, architettura, urbanistica e management, è stato chiamato a sviluppare idee per la rigenerazione delle sponde del Gerenzone, con un focus sul rione di Laorca, la diga del Paradone e la foce del fiume stesso.

"Dopo due anni di stop forzato siamo felici di avere di avere ripreso con il workshop RUE, frutto di una proficua collaborazione nata nel 2017 con l'Università Drexel e che vede quest'anno un nuovo partner dal Massachussetts" dichiara Giuliana Iannaccone, professore associato di Architettura Tecnica e coordinatore dell’iniziativa per il Politecnico di Milano. "Per questa edizione abbiamo scelto un argomento sfidante; l'area individuata è cara alla città di Lecco e il tema di una opportuna riqualificazione è all'attenzione dei cittadini e delle amministrazioni locali". 

Il kick-off del corso è stato affidato all'ingegner Arturo Montanelli (Studio Ardea Srl), che ha presentato agli studenti il suo progetto di rigenerazione delle sponde del Gerenzone, incentrato sulla valorizzazione del patrimonio storico e dell'archeologia industriale. Dopo questo momento di presentazione del tema e di inquadramento dell'area, la prima settimana del workshop è stata dedicata alla visita dei luoghi per conoscerne la storia, carpirne i punti di forza e analizzarne le criticità. Nel corso della seconda settimana si è invece entrati nel vivo della fase progettuale e i partecipanti, organizzati in gruppi, hanno elaborato 10 progetti che sono poi stati presentati in occasione di un evento finale e che rimarranno in mostra presso il campus del Polo territoriale di Lecco fino a venerdì 30 settembre. 

"Armonia tra costruito e ambiente"

"I lavori realizzati testimoniano che l'obiettivo del Workshop è stato raggiunto. Gli studenti hanno saputo elaborare proposte di trasformazione in cui il costruito si integra in modo armonioso con l'ambiente circostante, creando le condizioni ideali per la valorizzazione dei luoghi e il conseguente miglioramento della qualità della vita della comunità - commenta la professoressa Iannaccone - Oltre a tutti i docenti che hanno lavorato con me alla realizzazione dell'iniziativa, ringrazio Arturo Montanelli dello Studio Ardea e i partner territoriali Giulio Fezzi del Consorzio Forestale Lecchese, Silvia Negri dell’Officina Gerenzone e Laura Todde di Legambiente, profondi conoscitori dei luoghi che hanno permesso agli studenti internazionali di entrare in contatto con la storia del nostro territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti americani "rigenerano" le sponde del Gerenzone

LeccoToday è in caricamento