"Suoni romantici", applausi per il concerto a Villa Monastero

Successo per l’esibizione della pianista Costanza Principe. La serata è stata promossa dalla Provincia in collaborazione con l’associazione Res Musica, con la direzione artistica di Angelo Rusconi

Successo per il concerto "Suoni romantici", andato in scena l'altra sera a Villa Monastero di Varenna, secondo appuntamento del progetto "Il canto del vento sul lago - Suoni, colori, profumi a Villa Monastero", promosso dalla Provincia di Lecco in collaborazione con l’associazione Res Musica con la direzione artistica di Angelo Rusconi.

I posti limitati sono andati subito esauriti nei primi giorni di prevendita; lo sciabordio delle onde del lago, la bellezza dei giardini di Villa Monastero e un tramonto di fine estate hanno aggiunto tocchi di magia al concerto.

"Suoni romantici", concerti a Varenna

Il pubblico presente ha molto apprezzato l’esibizione della pianista Costanza Principe (vedi foto sotto), una delle giovani artiste italiane più in vista sulla scena musicale internazionale, che ha eseguito un programma dedicato al suono romantico con due brani di straordinario impegno tecnico e interpretativo come la Ciaccona di Bach nell’imponente trascrizione di Ferruccio Busoni e la Fantasia opera 17 di Robert Schumann, un pezzo che va dritto al cuore del Romanticismo musicale.

Come bis, Costanza Principe ha poi regalato una sorpresa: il Piccolo valzer composto da Puccini nel 1894, sul finire della sua giovinezza milanese, durante la quale aveva frequentato Lecco e la cerchia “scapigliata” che si radunava intorno ad Antonio Ghislanzoni a Maggianico, dove aveva preso casa Ponchielli, suo maestro al Conservatorio di Milano. Si è così stabilito un legame diretto con l’esposizione di lettere di Ghislanzoni, attualmente in corso a Villa Monastero, sulle quali si è soffermato il Conservatore della Casa Museo Anna Ranzi nella visita guidata che ha preceduto il concerto.

Il concerto si inserisce così nel ciclo di eventi legati alla valorizzazione dell’archivio di Villa Monastero, che conserva lettere di Antonio Ghislanzoni, Amilcare Ponchielli, Vespasiano Bignami e Roberto Fontana, rappresentanti della Scapigliatura lombarda; proprio all’archivio di Villa Monastero verrà dedicata una mostra in programma per ottobre. Al termine del concerto i presenti hanno potuto degustare un aperitivo nel giardino della Villa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Covid, Lombardia verso l'entrata in "zona gialla": cosa cambia

  • Due incidenti distinti alla stessa ora lungo la Statale 36, deceduto un 56enne

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

Torna su
LeccoToday è in caricamento