rotate-mobile
La risposta / Alto e Basso Lago / Lungolario Piave

Tamoil alle Caviate, il Comune spazza le nubi: “In arrivo il nuovo gestore”

Palazzo Bovara risponde alle preoccupazioni di Corrado Valsecchi: “Siamo a disposizione, anche sua”

Il distributore delle Caviate continuerà a funzionare. A farlo sapere è il Comune di Lecco, che ha risposto alle preoccupazioni portate avanti dal consigliere di Appello per Lecco, Corrado Valsecchi. Relativamente alla pompa a marchio Tamoil di Lungolario Piave, infatti, Palazzo Bovara ha precisato che il ramo italiano della società olandese “ha una concessione demaniale per l'occupazione dell’area individuata, rilasciata dall’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori, in qualità di autorità demaniale, con decreto di concessione numero 1104 del 11/6/2019”. 

Nel corso degli ultimi giorni il Comune di Lecco ha preso contatti con la società “per ragioni di tipo manutentivo, relative alla sistemazione del porfido dissestato presente sull'area occupata” e ha appreso “che la stessa Tamoil Italia S.p.a. ha individuato un nuovo gestore, per il quale ha riferito essere in corso di perfezionamento la pratica di passaggio presso gli uffici di Agenzia delle Entrate e UTIF”. La chiusura è con una velata frecciatina verso l'ex assessore a lavori pubblici e patrimonio, mai tenero con l'amministrazione: “Si ricorda che gli uffici comunali restano sempre disponibili, anche nei riguardi dei consiglieri, per fornire eventuali ulteriori informazioni”.

Valsecchi (ApL): “Tamoil alle Caviate, chiuso il bar. Problemi per il distributore”

Alle Caviate ha chiuso lo storico bar. Punto di approdo per chi percorreva il lungolago e la ciclopedonale che collega a Pradello, ma anche per tanti pensionati che quotidianamente vi si ritrovavano per dar vita a un secondo "cantun di ball". Aldilà del legame emotivo, la chiusura dell'esercizio commerciale apre un interrogativo legato al distributore della Tamoil lì presente, “l'unico della città di Lecco” come ricordato da Corrado Valsecchi, capogruppo di Appello per Lecco in Consiglio comunale.

bar distributore tamoil caviate 15 marzo 20221-2

“La cosa che maggiormente mi preoccupa è che quel sito era l'unico punto di riferimento per l'approvvigionamento di carburante per le imbarcazioni a motore - ha aggiunto il consigliere, già assessore durante la giunta Brivio II -. La Tamoil ha una convenzione con il Comune di Lecco sottoscritta tempo fa e deve rispettarla, l'amministrazione deve esigere che quel servizio non venga interrotto. Una città che guarda al turismo, sta pensando alla riqualificazione del lungolago e a promuovere un porticciolo in località Malpensata non può permettersi il lusso di chiudere l'unico distributore che si affaccia sul lago”.

“I primi disagi”

I disagi si sono già palesati: “Durante lo scorso fine settimana scorso alcuni proprietari di motoscafi si sono chiesti perché la Tamoil non erogasse più il servizio a lago. Me lo chiedo anch'io, francamente. Vorrei capire quali sono i tempi per trovare un nuovo gestore e soprattutto se non ci siano sorprese dietro l'angolo che portano ad un disimpegno della società Tamoil verso la convenzione sottoscritta con il Comune di Lecco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamoil alle Caviate, il Comune spazza le nubi: “In arrivo il nuovo gestore”

LeccoToday è in caricamento