Apertura straordinaria / Centro storico / Piazza Giuseppe Garibaldi, 4

Teatro della Società, i numeri del Comune: “Più di trecento visitatori”

Il cantiere è stato visitato da partner istituzionali e da una buona fetta della cittadinanza

Trecento persone in visita al Teatro della Società. Con la presentazione di giovedì 22 giugno della campagna di comunicazione a supporto della raccolta fondi per il rilancio del Teatro della Società di Lecco, hanno preso il via sabato 24 e domenica 25 giugno le visite al cantiere dello storico edificio, in attesa che il secondo lotto di lavori possa cominciare.

“Particolarmente vivace è stata la risposta della comunità locale: circa 300 sono stati i cittadini che si sono iscritti tramite la piattaforma Eventbrite alle visite guidate, preceduti nella serata di venerdì dall'incontro riservato ai rappresentanti delle istituzioni - spiega il Comune di Lecco -. Positivo il riscontro qualitativo espresso dai visitatori all'iniziativa, che ha avuto lo scopo di riannodare i fili del dialogo tra il teatro e la comunità locale, presentando i lavori svolti nel corso del primo lotto e anticipando gli obiettivi dell'avvio di quello successivo, per il quale l'amministrazione comunale si è posta l'obiettivo di concludere l'intervento entro la fine del 2024”.

I lavori al Teatro della Società di Lecco

“Interesse e curiosità hanno accompagnato le visite che dalla platea si è sviluppata fino nel sottotetto, con la presentazione dei lavori di consolidamento e totale bonifica del soffittone e della volta con l'acrilico di Orlando Sora, per poi fare tappa nel ridotto e nel foyer, dove si sono potuti ammirare i dipinti ottocenteschi emersi dalla campagna di saggi voluta dall'Amministrazione comunale”.

La prossima apertura al pubblico del teatro sarà il 15 luglio prossimo dalle 21 alle 23, in occasione della "Notte Bianca".

Il Teatro della Società si apre alla raccolta fondi

Prima della chiusura per la lunga riqualificazione, il Teatro della Società di Lecco costava circa 380mila euro ogni anno al Comune. L'idea, una volta che verrà riaperto per la fine del 2024 - dichiarazioni alla mano -, è quella di aprirsi al mondo privato per renderlo un asset quantomeno autosufficiente, anche perchè le recenti difficoltà legate alla spesa corrente non lasciano grande spazio a ingenti iniezioni di denaro pubblico per la copertura dei "buchi". Da qui nasce l'idea della giunta Gattinoni: mettere in piedi una raccolta fondi, con tanto di manifestazione d'interesse indetta lo scorso 24 maggio alla quale hanno partecipato quattro realtà italiane. Si tratta di Patrimonio Cultura Srl di Milano, Alcantara Srl di Messina, Pirene Srl di Roma e Welcome Srl di Bergamo.

Ad aggiudicarsi la gestione “del servizio di fundraising e comunicazione a favore del Teatro della Società” di piazza Garibaldi è stata la realtà lombarda, già ben nota a queste latitudini per aver gestito la comunicazione di vari eventi istituzionali. Tra le motivazioni di Palazzo Bovara spicca l'elenco di “alcuni possibili soggetti oggetto di contatto, effettivamente esistenti a Lecco, così come vengono quantificate puntualmente le azioni che verranno svolte ed elaborato un piano economico puntuale”. La spesa totale a carico del Comune è di 48.739 euro, che sosterrà un progetto di comunicazione lungo 57 pagine: prevista nel 2024 la riapertura del teatro - a fine giugno e inizio o metà ottobre - alla cittadinanza per mostrare lo stato di avanzamento dei lavori, iniziativa prevista anche nel 2024 per prepararsi all'attesa riapertura prevista per il mese di dicembre. Tutto per sollecitare una massa quanto più ampia di potenziali donatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro della Società, i numeri del Comune: “Più di trecento visitatori”
LeccoToday è in caricamento