rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Notizie

"The Factory", associazioni e cittadini rimettono a nuovo Caleotto, Belledo e Germanedo

Al via il progetto che ha come finalità la pulizia comunitaria di strade e parchi, oltre alla promozione e alla cura dei luoghi di vita dei residenti. Primi due appuntamenti venerdì e lunedì

I cittadini rimettono a nuovo i rioni. È ai blocchi di partenza il progetto "The Factory - Competenze, relazioni e legami comunitari che originano dal fare" che lavorerà per i prossimi due anni nella città di Lecco e in particolare nei rioni di Caleotto, Belledo e Germanedo, grazie al sostegno del Comune di Lecco, dell'Ambito distrettuale di Lecco e di Fondazione Comunitaria del Lecchese.

L'ente capofila del progetto, il Centro di Formazione Professionale Consolida, ha lanciato una call alla rete di partner e a tutte le realtà e i servizi presenti in questi quartieri cittadini, per promuovere dei momenti di pulizia comunitaria di strade e parchi e promuovere la cura dei luoghi di vita dei cittadini residenti e dei numerosi studenti e lavoratori che passano ogni giorno da questi quartieri.

Due gli appuntamenti, che si inseriscono nel programma più ampio del Festival della sostenibilità organizzato dal Comune di Lecco e dall'Impresa Sociale Girasole: venerdì 13 maggio dalle 9.30 alle 12.30 presso Piazza Quinto Alpini e Parco di Belledo, con un rinfresco finale al parco, e lunedì 16 maggio dalle 14 alle 16 presso l'area verde di Via Cimabue. Tutti possono partecipare, secondo la propria disponibilità (consigliato arrivare con guanti per la raccolta rifiuti).

"Valorizzare i legami della comunità"

L'assessore al Welfare del Comune di Lecco Emanuele Manzoni è intervenuto nel primo momento di incontro con le tante realtà cittadine che abitano in questi quartieri: "È bello vedere su quanti attori diversi possa già contare questo progetto che sta nascendo: associazioni, enti del terzo settore, organizzazioni sindacali e centri di formazione. Il Comune di Lecco è lieto di condividere insieme a questa rete un approccio che mira alla valorizzazione dei legami della comunità e che pone attenzione a tutte le persone che la abitano, a partire da quelle più vulnerabili. Ciò può passare anche attraverso la cura dell'ambiente e dei luoghi di vita nei nostri rioni poiché i legami si generano anche dal 'fare insieme' e rimangono in dote alle persone, rendendole più forti e autonome".

"Avvicinare al tema della cura"

"Sono primi momenti per dare un contributo concreto alla città e cominciare ad avvicinare le tante realtà e i cittadini che abitano questi quartieri al tema della cura degli spazi della comunità, ma anche dell'inclusione lavorativa e della formazione" spiega Gabriele Marinoni, direttore del Cfp Consolida. "In questi quartieri insistono tantissime e variegate realtà, come quelle scolastiche e imprenditoriali, ma anche servizi alla persona e un ricco tessuto associativo. Le azioni che il progetto attuerà nei prossimi due anni saranno costruite insieme a questa rete, ma crediamo che la cura dell’ambiente di vita, anche sotto il profilo ambientale, possa essere un’attività trasversale che facilita la creazione di legami e alleanze".

I soggetti aderenti

Già diversi i soggetti che hanno risposto positivamente a questa prima proposta, in particolare la neonata Associazione "La città" che fa riferimento al Centro Culturale Islamico, il circolo Arci Promessi Sposi, il Centro Diurno Disabili "La casa di Stefano", CasAmica Onlus, Einaip Lecco, Impresa Sociale Girasole, Mestieri Lecco e il servizio Cesea che coordinerà l'azione di pulizia insieme ai Cantonieri di Comunità, già attivi dallo scorso anno in tutta la città, e altri che si sono affacciati per prendere parte nel prossimo biennio al progetto complessivo (Gruppi Scout Agesci, Cooperativa Sociale Due Mani, associazioni sindacali).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"The Factory", associazioni e cittadini rimettono a nuovo Caleotto, Belledo e Germanedo

LeccoToday è in caricamento