rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Notizie

L'ad di Trenord: "Azzerate le cancellazioni sulla Milano-Lecco-Colico-Tirano"

Piuri e l'assessore Terzi relazionano in Commissione Territorio: "Stiamo formando 1.100 collaboratori a tempo indeterminato. Fondamentali i nuovi treni, nel 2022 ne riceveremo altri 68"

L’Amministratore Delegato di Trenord Marco Piuri, accompagnato dal direttore operativo Giorgio Spadi e dal direttore Comunicazione Paolo Garavaglia, ha relazionato oggi, giovedì, in Commissione Territorio sullo stato e sulle prospettive del servizio ferroviario in Lombardia. Durante i lavori della Commissione, presieduta da Claudia Carzeri (FI), sono intervenuti l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Claudia Terzi e l'assessore al Bilancio Davide Caparini.

"In vista gli obiettivi del 2018"

"Stiamo raggiungendo - ha sottolineato Marco Piuri - gli obiettivi che ci siamo posti nel 2018: l'indice di puntualità è salito all’84%, le cancellazioni sono quasi dimezzate (da 102 a 64 al giorno), il numero di corse è tornato sui livelli pre-Covid e l'offerta di posti è aumentata. Stiamo lavorando per migliorare ulteriormente le performance e per questo abbiamo assunto e formato oltre 1.100 nuovi collaboratori, tutti a tempo indeterminato. Fondamentale sarà la messa in linea dei nuovi treni dal momento che dove sono già in esercizio, come sulla linea Milano-Lecco-Colico-Tirano, le cancellazioni si sono azzerate e la puntualità è salita al 97% come nel caso della Colico-Chiavenna. Quest'anno contiamo di riceverne altri 68 portando il totale di nuovi treni a 109, un quarto del totale. Con questo sforzo puntiamo a raggiungere entro fine anno circa 600mila passeggeri/giorno avvicinandoci ai livelli pre-pandemia".

Terzi: "Da lunedì ritorno alla normalità"

"Regione Lombardia - ha sottolineato dal canto suo l'assessore Claudia Terzi - è impegnata nell'interlocuzione con il Governo per garantire anche per l'esercizio 2021 il flusso dei ristori previsti dal Decreto Sostegni. Un ringraziamento va al personale che ha garantito il servizio anche nei momenti più difficili della pandemia. Le criticità dovute alle assenze per malattia nelle settimane scorse sono state superate. Da lunedì prossimo verranno dunque ripristinate le corse temporaneamente soppresse per carenza di personale viaggiante. Nel 2022 sono programmati importanti lavori strutturali da parte di Rfi che purtroppo causeranno disagi temporanei su alcune linee. Si tratta però - ha concluso l'assessore - di interventi essenziali per il miglioramento a medio e lungo termine della qualità del servizio".

Sul documento presentato da Trenord si è sviluppato un ampio dibattito che ha visto gli interventi dei consiglieri Nicola Di Marco (M5Stelle), Luigi Ponti e Paola Bocci (Pd), Luigi Piccirillo e Niccolò Carretta (Misto). I consiglieri Antonella Forattini (Pd) e Simone Verni (M5Stelle) hanno inviato contributi scritti.

I dati forniti da Trenord

Terminato il periodo acuto dell’emergenza sanitaria, Trenord effettua oggi 2.174 corse nei giorni feriali con oltre 1 milione e 30mila sedili offerti, il 106% rispetto al periodo pre Covid. Nel 2021 la puntualità media del servizio è stata dell’84%, in crescita rispetto all’80% del 2019 e al 78% del 2018, quando l’alto numero dei convogli vetusti e la saturazione della rete impedivano di ottenere performance migliori. In calo le soppressioni: da una media di 102 al giorno nel 2018 si è giunti a 64 nel 2021, di cui 26 per cause sotto la responsabilità di Trenord. Un dato che comprende anche le riduzioni programmate legate alla pandemia.

Più puntualità e meno soppressioni sono dimostrazione di un'efficienza accresciuta delle attività manutentive: nel 2021 i treni non effettuati per guasti sono state in media 4,7, cioè -41% rispetto al 2018 e -35% rispetto al 2019. Nel 2021 i guasti per milioni di km sono diminuiti del 20% rispetto a due anni prima.

Aumentati sono, d'altra parte, gli sforzi necessari per riparazioni e ripristini di convogli in seguito ad atti vandalici: nell'anno 2021 si sono registrati 167.470 mq di graffiti (+8% sul 2020); 614 vetri frantumati (+22%), 2.772 sedili divelti (-36%). Complessivamente, vandalismo e azioni per la sicurezza hanno comportato per Trenord costi di 8 milioni di euro.  

Le 9 linee su cui circolano i treni nuovi registrano un miglioramento significativo delle performance. A febbraio 2022 la linea Colico-Chiavenna, il cui servizio è effettuato solo con nuovi treni Donizetti, raggiunge mediamente il 97% di puntualità; la Lecco-Sondrio-Tirano l'86%; la Milano-Pioltello-Bergamo l'85,4%. La S11 Milano-Como-Chiasso e la S8 Milano-Carnate-Lecco grazie all'immissione dei Caravaggio registrano, dall'inizio dell'anno, performance superiori al 93,4%.

Prosegue il lavoro dell'azienda anche sul capitale umano: tra il 2018 e il 2021 sono state assunte 1.154 persone, tra cui 310 macchinisti, 308 capitreno, 171 manutentori. Pur con un servizio leggermente rimodulato rispetto a tre anni fa, oggi l'azienda conta 25 macchinisti, 102 capitreno e 32 addetti alla manutenzione in più. Nel 2022 proseguirà l’intenso lavoro di formazione già avviato nel 2021; tra quest'anno e il primo semestre 2023 saranno abilitati 280 colleghi nel personale viaggiante, circa il 13% dell'attuale forza lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ad di Trenord: "Azzerate le cancellazioni sulla Milano-Lecco-Colico-Tirano"

LeccoToday è in caricamento