Una piazza dedicata ai giovani Nicholas e Riccardo, donatori di vita

L'inaugurazione si terrà venerdì 16 marzo a Casatenovo. L’americano Reginald Green e il lecchese Marco Galbiati, papà dei due ragazzi tragicamente scomparsi, si incontreranno per la prima volta dopo un’intensa corrispondenza via mail

Riccardo con il papà Marco Galbiati.

A Casatenovo una piazza intitolata alla memoria dei giovani "Nicholas Green e Riccardo Galbiati, donatori di vita". L'inaugurazione ufficiale si terrà venerdì 16 marzo alle ore 16, in via San Gaetano di Rogoredo. Uno americano e l’altro italiano, Nicholas e Riccardo morirono tragicamente in tenera età. Per entrambi, i genitori diedero il via libera alla donazione degli organi.

L’intitolazione della piazza è stata fortemente voluta dal Comune di Casatenovo e dal sindaco Filippo Galbiati che già a dicembre aveva ospitato in municipio la presentazione del libro di Marco Galbiati e Laura Melesi “Il tuo cuore, la mia stella” su iniziativa dell’associazione “Donne e mamme”.

Il 16 marzo sarà una giornata speciale non solo per l’intitolazione della piazza. L’americano Reginald Green e l’italiano Marco Galbiati si incontreranno per la prima volta dopo un’intensa corrispondenza via mail e potranno finalmente abbracciarsi e condividere le loro emozioni.

La petizione per poter conoscere chi riceve un organo

L’incontro del 16 marzo prossimo sarà solo uno degli appuntamenti che vedranno insieme Galbiati e Green. I due padri sono accomunati dalla ferrea volontà di modificare la legge italiana sulla donazione degli organi nella parte relativa all’anonimato (permettendo ai famigliari del donatore e ai riceventi di conoscersi e incontrarsi se è volontà di entrambi).

Se infatti Green ha potuto incontrare più volte tutti i riceventi gli organi del figlio, Galbiati ha ritrovato solo casualmente e solo tramite i social media Maurizio di Bari, che ha ricevuto un rene di Ricky.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A proposito dell’incontro con i riceventi, entrambi dicono che “si è trattato di una delle esperienze più rasserenanti delle loro vite e lo è stato anche per i riceventi” e per questo, attraverso la modifica della legge, vogliono che anche altre persone possano - se lo desiderano - avere la stessa possibilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Segnalati numerosi casi di "dermatite del bagnante" dopo tuffi al lago: ecco cos'è

  • Lutto in valle San Martino per la scomparsa a 54 anni del dentista Roberto Carrara

  • In visita a Varenna, Vittorio Sgarbi conquistato da Villa Monastero

  • Ubriaco, si lancia nel lago con la jeep: 36enne salvo per miracolo

  • Lutto nell'alpinismo: addio a Matteo Pasquetto, grande amico dei Ragni Lecco

  • Viveva legato sul balcone: cagnolino tratto in salvo dalle guardie ecozoofile

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento