menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Varenna Molteni

Il sindaco di Varenna Molteni

Varenna, Molteni: "Con il nuovo PGt incrementiamo l'accoglienza turistica"

Il sindaco Molteni prende direttamente la parola sul nuovo PGT approvato nel Consiglio comunale di giovedì 13 Marzo.

Sindaco, da che cosa è nato il progetto originale del PGT?

Il progetto è nato dalla volontà di fornire a Varenna strutture più adeguate alla ricezione del turismo nelle sue varie forme. Sul territorio sono già presenti diversi alberghi, tuttavia se si confrontano i circa 250 posti letto di Varenna con quelli, ad esempio, di Menaggio, che ammontano a circa 1500, diventa subito chiara la differenza. Incrementare di 50 o di cento unità il numero attuale di posti albergo non sarebbe di certo una bestemmia, oltretutto mettendo a disposizione una struttura di alto livello come quella prevista in origine per la zona di Olivedo. Inoltre uno dei punti di forza del nostro Comune risiede nell'offerta messa a disposizione del turismo congressuale, e un potenziamento della capacità ricettiva di Villa Monastero ci è sembrato doveroso.

In cosa consiste invece quello attuale, approvato il 13 Marzo?

Mentre quello originario prevedeva due aree di intervento edificabili, ATU 1 ossia il Polo turistico di Olivedo, e ATU 2 ossia l'ampliamento di Villa Monastero, quello attuale contempla solo la seconda. Il resto del PGT va a intervenire sul territorio dei giardinetti e dell'imbarcadero, per cui sono previste operazioni di ristrutturazione e ridisegno. Importante la questione riguardante l'inquinamento prodotto dai battelli che va ad incidere sulla qualità dell'aria nella zona di ristoro antistante all'attracco, per cui sono auspicabili miglioramenti. Il PGT prevede poi la possibilità di microampliamenti applicabili ai moduli abitativi anche nel centro, date le richieste dei cittadini. Infine, sono contemplate agevolazioni per quanto riguarda i cambiamenti di destinazione d'uso dei negozi, a patto che non forniscano servizi di ristorazione. Mentre infatti bar e ristoranti a Varenna sono normalmente attività ben avviate e stabili, gli altri negozi necessitano di particolari attenzioni. In generale, diciamo che quello che si voleva e si vuole ottenere con questo PGT è di mantenere la qualità di Varenna senza adagiarsi. Non basta puntare unicamente sulle risorse naturali e paesaggistiche a disposizione del territorio, ma bisogna continuare a perseguire uno standard di mercato adeguato. L'anno scorso Varenna ha visto superate le 50.000 presenze nonostante la crisi, e questo numero può essere mantenuto e anche superato fornendo strutture ricettive adeguate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento