rotate-mobile
Notizie Mandello del Lario / Piazza Leonardo Da Vinci, 6

Che emozione: i ragazzi della Project rock school presentano i loro video

Gli alunni delle scuole di Mandello e Olginate hanno proposto per la prima volta, al pubblico e agli amministratori, i pezzi inediti cui hanno lavorato durante l'anno

"Sono contento perchè li ho visti felici mentre guardavano scorrere i loro video sullo schermo". Poche parole, del direttore Stefano Marzocchi, riassumono il cammino degli alunni, la dedizione e l'impegno degli insegnanti alle due scuole della Project Rock School di Mandello del Lario e Olginate.

Martedì 27 giugno alle 18, in sala consiliare a Mandello, sono risuonate le note del pianoforte, degli strumenti delle band e le voci dei cantanti per presentare i pezzi inediti, con un'apertura al sociale nella canzone che apre ai temi dell'emarginazione. È stato così mostrato dal vivo ai presenti il valore delle due scuole di emanazione comunale, partite quasi in sordina qualche anno fa e ora giunte a un livello di professionalità esecutiva da veri applausi.

A credere in questi atenei della musica il sindaco Riccardo Fasoli con i suoi amministratori - gli assessori Doriana Pachera, Silvia Nessi, Guido Zucchi - e il primo cittadino di Olginate Marco Passoni con l'assessore alla Cultura Roberta Valsecchi. E in questo puzzle di preziosi incastri determinante il recente ingresso di Project Lead di Giovanni Zucchi, a Mandello da venticinque anni e leader nazionale e internazionale nella produzione di workstation audio e video, con in loco studi di registrazione professionali.

"Volevo essere qui con i ragazzi"

"Mi trovavo a Reggio Emilia a seguire Italia Loves Romagna al Campo volo, ma oggi volevo essere qui, con questi ragazzi che nei miei studi hanno vissuto delle esperienze interessanti di crescita musicale" ha spiegato. Da Zucchi i giovani hanno appreso le tecniche esecutive e di comunicazione dei loro brani, registrati e diffusi in sala consiliare, con la successiva apertura sui social. Nel dettaglio. Taed: La chitarra del mondo, The Cheers: Spasmi, Unsettled: Rolling in The Deep, Last Minute: Cryin, Giulia Necchi: Dream e Massimiliano Lopez: Marcia al pianoforte ad aprire e chiudere l'evento di martedì aperto al pubblico.

I giovani esecutori ed interpreti, emozionati nel rivedersi nei video girati presso gli studi di Project Lead in via Volta a Mandello, spronati, guidati e seguiti dal titolare Giovanni Zucchi, sono tutti concordi nel definire questi momenti frutto di "esperienze emozionanti". Per il sindaco Riccardo Fasoli "una bellissima esperienza che rimane ai ragazzi" da mantenere nell'album dei ricordi accanto a quello vissuto da alcuni di loro presso gli studi Abbey Road di Londra, dove sono passati i Beatles. Perchè questa è la Project Rock School mandellese e olginatese, in riapertura il prossimo settembre ad accogliere (e mantenere) chi ha voglia di entrare nel magico mondo delle sette note per passione e, perchè no, con il desiderio di farne una professione per il futuro.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che emozione: i ragazzi della Project rock school presentano i loro video

LeccoToday è in caricamento