Notizie Via Martiri della Libertà

XXV Aprile, a Calolzio una mappa di vie e luoghi per un percorso della memoria

L'iniziativa di Anpi Valle San Martino, Spazio Condiviso e Cambia Calolzio. Posizionate anche "targhe temporanee" per riscoprire la storia di chi si è sacrificato per la libertà

Una mappa, a cura dell'Anpi Valle San Martino e con il supporto del Circolo Arci Spazio Condiviso, delle vie e dei luoghi cittadini per un percorso della memoria. Una "targa temporanea" all'inizio di ogni via dedicata alla memoria di antifascisti locali e non, con schematica nota biografica a cura del gruppo civico Cambia Calolzio. Uno stradario cittadino pensato come guida ragionata e contenente note succinte di biografie, per molti poco note, di martiri e dissidenti politici trucidati dai nazifascisti.

Le iniziative sono state promosse a Calolziocorte in occasione della ricorrenza del XXV Aprile dove Anpi, Spazio Condiviso e Cambia Calolzio hanno così dato vita a un percorso della "Memoria Resistente".

Calolzio Resistenza 2-2

«Per il 25 aprile, Anniversario della Liberazione dal Nazifascismo - spiegano Marica Ara e Diego Colosimo - l'Anpi sezione Valle San Martino ha predisposto uno strumento ragionato per studenti e cittadini, che verrà distribuito in occasione di questa giornata celebrativa in cui, come l'anno scorso a causa del perdurare delle restrizioni sanitarie, non sarà possibile altro intervento se non quello statico delle Istituzioni che ne omaggeranno la ricorrenza».

Diego foto-2

«Brevissime biografie, tutte da leggere, di coloro che hanno avuto una via o un'area a loro dedicata per il sacrificio compiuto per la libertà. Se il nostro Paese ha vissuto una transizione democratica dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale, il merito è loro e di tutte e tutti quelli che hanno combattuto e si sono opposti al nazifascismo».

Bandinelli Ripamonti-2

«Scampoli di vite perse per la libertà di tutti, quelle che danno il nome a vie e parchetti del nostro Comune di cui si sta perdendo la memoria, ma che diversamente devono continuare a vivere nella storia della nostra comunità - proseguono l'esponente dell'Anpi e il portavoce del gruppo civico - Con questo spirito il gruppo Civico Cambia Calolzio, invece, ha disposto una segnaletica temporanea all'inizio in vie e aree raccontate dalla mappa, nella speranza che l'Amministrazione comunale provveda in merito con la messa a disposizione di adeguate targhe, che fissino ricordo ed eventi del martire a cui è dedicato tale strada o spazio pubblico, anche come monito affinché i valori di chi si batté per un domani migliore possano essere il contrasto più efficacie agli episodi di fascismo e razzismo a cui ci stiamo purtroppo abituando».

Inaugurato il cippo dedicato a Ripamonti, calolziese deportato a Mauthausen

«Tutto ciò che è avvenuto - Marika Ara e Diego Colosimo - deve restare nel presente in una comunione dei vivi con chi ha lottato per tutti noi. Una comunità vive con e attraverso le proprie storie».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XXV Aprile, a Calolzio una mappa di vie e luoghi per un percorso della memoria

LeccoToday è in caricamento