menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

Il sindaco "sceriffo" festeggia l'approvazione del Decreto Sicurezza: «Ora va chiuso il FerrHotel»

Dante De Capitani, Pescate, critica i colleghi che hanno accolto i migranti: «Adesso dovranno mantenerli direttamente con i soldi dei loro cittadini»

Il sindaco "sceriffo" di Pescate brinda alla recente approvazione del Decreto Sicurezza e lancia una nuova critica ai colleghi amministratori che nei loro comuni hanno sostenuto le politiche di accoglienza e integrazione dei migranti. Dante De Capitani, che a livello locale ha coniugato il motto di Matteo Salvini "Prima gli Italiani" in "Prima i Pescatesi" auspica ora che vengano chiuse le strutture come il FerrHotel, nei pressi del quale in passato le forze dell'ordine sono dovute intervenire più volte per spaccio di droga e risse.

Sindaco sfratta senzatetto: «Nel mio paese non si dorme per strada»

«Sono molto contento dell'approvazione del Decreto sicurezza che produce una notevole stretta sul sistema dei migranti e mi auguro che le strutture come il FerrHotel vengano chiuse, e che possano cessare questi assembramenti di persone mantenute a sbafo - commenta De Capitani - I sindaci che hanno accolto decine e decine di migranti in questi anni prendendosi i 500 euro all'anno di contributo statale per ognuno, adesso useranno quei soldi per mantenerli a loro spese (a spese dei singoli comuni ed enti locali) ma anche a spese dei loro cittadini. Pescate da questo punto di vista, non avendone mai voluto uno di questi migranti sul proprio territorio, ha dimostrato lungimiranza e grande attenzione alla qualità della vita dei propri cittadini».

Spaccio, allontanati 30 richiedenti asilo del FerrHotel

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento